Iscriviti

USA: spopola il video dei due uomini che dormono nella Tesla che sfreccia in autostrada

Sta facendo discutere il video in cui compaiono due uomini intenti a dormire all’interno di una Tesla che procede a 100 km/h in autostrada. La casa costruttrice ha risposto che quanto diffuso altro non sarebbe che una bufala o uno scherzo di pessimo gusto.

Auto
Pubblicato il 12 settembre 2019, alle ore 10:24

Mi piace
10
0

Quello caricato su Twitter da Dakota Randall, content producer presso un network sportivo, è un video che sta facendo discutere l’opinione pubblica statunitense. Girato dalla propria auto sulla Massachusetts-Turnpike, l’autostrada che attraversa il medesimo stato da ovest verso est, ritrae due uomini intenti a dormire all’interno di una Tesla che procede indisturbata ad una velocità prossima ai 100 km/h.

I due, piombati in un sonno profondo con tanto di testa palesemente a penzoloni, erano del tutto ignari di quanto stesse accadendo intorno a loro. Conscio del pericolo che ciò poteva rappresentare, l’autore del video girato non lontano da Newton ha affiancato l’auto suonando ripetutamente il clacson, ma l’intento di svegliarli non ha avuto alcun effetto: entrambi hanno continuato a dormire come se nulla fosse. Da qui, il signor Dakota Randall ha accelerato lasciandosi alle spalle la Tesla. Da quanto, risulta non avrebbe chiamato la polizia per segnalare il caso.

Non è chiaro da quanto tempo i due stessero dormendo, né tanto meno è dato sapere quando si siano svegliati. A quanto risulta, non avrebbero causato incidenti e non sarebbero stati multati, ma resta il fatto che dormire su un’auto in movimento, come se si fosse sul divano di casa, resta una condotta molto pericolosa non solo per chi si abbandona tra le braccia di Morfeo, ma anche per gli altri utenti della strada.

Il video, immediatamente diventato virale, ha fatto il giro del web, allarmando il popolo di internet. Anche Tesla ha avuto modo di visionarlo, arrivando alla conclusione di trovarsi di fronte ad una bufala o ad uno scherzo di pessimo gusto.

Come ribadito dalla casa californiana che produce le celebri auto elettriche, “il nostro sistema di monitoraggio del conducente ricorda ripetutamente ai conducenti di rimanere coinvolti nella guida”. Il sistema messo a punto vieta l’utilizzo dell’autopilota nel momento in cui vengono ignorati gli avvisi. Anche perché, alle andature autostradali, il conducente che non poggia le mani sul volante riceve degli avvisi ogni 30 secondi.

Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Non è la prima volta che succedono fatti simili a quelli del video postato dal signor Dakota Randall. Ad oggi non esistono auto dotate di un'intelligenza artificiale paragonabile a quella di Kitt di Supercar: quindi, se proprio si vuole dormire in quel modo, sarebbe meglio farlo in un parcheggio o, come fanno tutti, nel letto di casa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!