Iscriviti

Toyota progetta un "dispositivo dell’invisibilità" salva pedoni

Diverse riviste di settore hanno notiziato di un curioso brevetto ottenuto da Toyota, a proposito di un dispositivo che renderebbe invisibili alcune parti delle sue auto, ad esempio i montanti, in modo da far vedere meglio quello che circonda il veicolo.

Auto
Pubblicato il 18 agosto 2017, alle ore 12:45

Mi piace
15
0
Toyota progetta un "dispositivo dell’invisibilità" salva pedoni
Pubblicità

Il futuro dell’auto procede, a tappe forzate, verso la guida autonoma, in cui i veicoli saranno dei salotti semoventi, ed i passeggeri potranno impiegare il proprio tempo in attività più amene del consueto guidare. Nel frattempo, però, è lecito impegnarsi ancora nel rendere più sicura la guida tradizionale e, allo scopo, Toyota ha brevettato un dispositivo di occultamento “salva pedoni”

Diverse riviste di settore, nei giorni scorsi, hanno riportato la notizia di un curioso brevetto depositato ed ottenuto dalla casa automobilistica giapponese Toyota, in merito alla possibilità di rendere trasparenti alcune parti delle proprie future auto. Nello specifico, si tratterebbe di deviare la luce attorno ad un ostacolo, come può essere il montante di un abitacolo, al fine di consentire al conducente di vedere cosa vi è dall’altra parte (ad esempio, un pedone che attraversa la strada nelle vicinanze di una curva). 

Il proposito in questione non verrebbe ottenuto in modo complesso: niente meta-materiali in grado di diventare invisibili, o combinazioni di magnetismo e superconduttori (difficili da attivare a temperatura ambiente). No, i tecnici della Toyota ricorrerebbero a semplici specchi curvi hi-tech in grado di riprodurre all’interno, oltre la superficie opaca, l’immagine copiata tratta dall’esterno

Al di là dell’applicazione in questione, il dispositivo dell’invisibilità di Toyota, specie in un domani in cui sarà l’intelligenza artificiale a vigilare sulla sicurezza della mobilità, con le quattroruote autonome, potrà essere utilizzato anche per mere questioni estetiche, ad esempio per rendere trasparenti, oltre ai montanti dell’abitacolo, il tettuccio stesso del medesimo, al fine di offrire l’esperienza di una decapottabile in qualsiasi stagione od ora della giornata, al netto dei canonici fastidi dettati dal freddo, o dalle intemperie metereologiche

Purtroppo, il brevetto relativo al dispositivo dell’invisibilità concepito dai laboratori Toyota è ancora piuttosto recente, e quindi, non è dato sapere quando e se verrà mai introdotto in un veicolo reale: nel frattempo, resta l’idea di un progetto – comunque – davvero avveniristico. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Quando ho letto la notizia di un dispositivo dell'occultamento, in studio per le auto Toyota, mi sono chiesto l'utilità di rendere le auto invisibili: in effetti, la cosa poteva essere divertente, ma proprio sicura...no. Per fortuna, si tratta di rendere invisibili solo determinate parti dell'abitacolo, quelle che - in quanto parte opaca - rendono al conducente più difficile capire quel che vi è intorno, o - magari - al di sotto della mediana dell'auto. Sotto questo punto di vista, la sicurezza decisamente ne guadagnerebbe: per questo motivo, posto che non tutti un domani vorranno avvalersi di macchine autonome (facilmente hackerabili), trovo quanto mai opportuno che Toyota concretizzi questa bell'idea.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!