Iscriviti

Sián Roadster: ufficiale la roadster da sogno della Casa del Toro

Arriva all'ufficialità l'attesa nuova roadster Sián Roadster, realizzata a Sant'Agata Bolognese da Lamborghini, che ne ha calendarizzati solo 19 esemplari, tra l'altro già prenotati, viste le performance dichiarate, e lo stile elegante ma moderno.

Auto
Pubblicato il 14 luglio 2020, alle ore 10:45

Mi piace
7
0
Sián Roadster: ufficiale la roadster da sogno della Casa del Toro

Presentata da CEO Stefano Domenicali, ex team principal di Ferrari, arriverà presto sul mercato, in 19 esclusivi esemplari già sold-out, la nuova roadster Sián Roadster che, prendendo il nome (Sián) dal termine bolognese indicante il fulmine, è accreditata di prestazioni da urlo, forte del suo motore apprezzato motore, autoprodotto, V12.

Sián Roadster è innanzitutto funzionale: pur futuristica come una coupé, guadagna in essenzialità dall’approccio open-top che, però, non ne mina l’aerodinamica: l’aria, infatti, è incanalata dal cofano anteriore basso, via splitter, accompagnata tramite le prese d’aria laterali, sino ad arrivare allo spoiler posteriore, con un ulteriore contributo offerto dall’alettone che, celato nel profilo, va a sollevarsi solo quando vi è necessità di sprintare le prestazioni. Ovviamente, lo stile è un tratto distintivo della nuova auto sportiva della Casa del Toro.

Sotto questo punto di vista, il costruttore di Sant’Agata Bolognese ha adottato i colori magnificenti della scuola bizantina, apprezzabili nella vicina Ravenna: l’esterno vede il telaio colorarsi di un intenso Blu Urano, laddove per i cerchi è stata scelta una rifinitura in Oro Electrum. Passando agli interni, ove spiccano il bianco e le bocchette ammodernate nella forma dalla stampa 3D e dalle iniziali del cliente, gli elementi in alluminio sono personalizzati in Oro Electrum, con dettagli invece cadenzati in Blu Glauco. 

Chiaramente identificabile anche dai gruppi ottici anteriori a Y e dalle luci posteriori, 6, in forma di esagono, la Sián Roadster è mossa da un sistema ibrido che prevede un motore V12 di nuova generazione (portato a raggiungere i 785 cavalli vapore a 8.500 giri per minuto) e un sistema elettrico, da 34 kg, formato da un leggero super accumulatore (capace di stoccare 10 volte più energia di una comune batteria agli ioni di litio) e da un motore elettrico funzionante a 34 CV (ma da 48 CV), adibito a gestire le manovre poco impegnative energeticamente, come quelle del parcheggio o della retromarcia, ma anche a fornire uno sprint in più (per 819 CV complessivi) grazie al brevettato sistema di frenata rigenerativa.

Il raffreddamento, nella Sián Roadster, accreditata di uno scatto da 0 a 100 in 2.9 secondi e di una velocità di punta oltre i 350 km/h, con una fluidità di percorrenza ravvisabile già alla terza marcia (stante una forza di trazione, in questo caso, aumentata del 10%), spetta ad apposite alette che vengono attivate quando dei materiali smart ne ravvisano la necessità, in base alla temperatura dello scarico.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - E cosa si può aggiungere della Sián Roadster? È davvero un sogno: curata nel design, con colori "maestosi", adotta piccoli accorgimenti aerodinamici per non svilire le prestazioni sull'altare del form factor da roadster due posti scoperta, mettendo in campo la consueta tecnologia Lamborghini in ogni punto o livello della meccanica.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!