Iscriviti

Rivian R1T: il primo pick-up elettrico capace della guida autonoma arriva nel 2020

Rivian, start-up americana nata da poco, in vista del salone dell'auto di Los Angeles, ha pre-annunciato il suo primo pick-up totalmente elettrico, il Rivian R1T, capace addirittura di trascinare un carico di 5 tonnellate, e di viaggiare in guida autonoma.

Auto
Pubblicato il 28 novembre 2018, alle ore 09:49

Mi piace
11
0
Rivian R1T: il primo pick-up elettrico capace della guida autonoma arriva nel 2020

È noto che gli americani, vista l’estensione del loro Paese, abbiano una particolare predilezione per i pick-up che, in poco tempo, hanno guadagnato consensi un po’ ovunque, non solo come veicoli da lavoro. Normale, quindi, che sempre più aziende si avvalgano di questa categoria d’auto per annunciare le loro novità più hi-tech, come accaduto con il pick-up elettrico Rivian R1T, annunciato in vista dell’imminente salone dell’auto di Los Angeles (30 Novembre – 9 Dicembre 2018).

Rivian, azienda esordiente del Michigan, riciclando un ex stabilimento Mitsubishi dell’Illinois, ha allestito le linee produttive per il suo primo pick-up totalmente elettico, il cui annuncio è stato fatto a poche ore dalla kermesse losangelina nella quale sarà possibile ammirare il veicolo.

Dal punto di vista stilistico, Rivin R1T è un classico pick-up con dimensioni analoghe a quelle di un Ford F-150 e linee un po’ più pulite del consueto: vista la propulsione elettrica, infatti, manca la mascherina frontale, ed i fari anteriori – ben fusi nel telaio – sono organizzati in esili semafori verticali con 4 LED ciascuno. A spingere il nuovo arrivato saranno 4 motori elettrici da 147 kW, funzionali alla trazione integrale, posti ciascuno in corrispondenza della rispettiva ruota, capaci di mettere su strada una coppia motrice pari a 3.500 Newton metri: non è stata comunicata la velocità di punta del Rivian R1T, ancora prototipale, ma l’annuncio riporta la capacità di scattare da 0 a 100 km/h in 3.2 secondi, trascinando un carico massimo di 5 tonnellate

Questo vero e proprio bufalo elettrico varierà la sua autonomia a seconda del vano batteria scelto: quello da 180 kWh, caricabile rapidamente (meno di un paio d’ore ad alimentazione continua), garantirà circa 640 km di percorrenza ma, volendo economizzare optando per batterie da 105 e 135 kWh, capiterà di dover far ricorso alla presa di casa molto più di frequente. Dal punto di vista dell’elettronica di bordo, non mancano, poi, i componenti che, quando arriverà l’autorizzazione delle istituzioni, permetteranno lo sblocco, lato software, di un sistema di guida autonoma, già potenzialmente nelle “corde” del Rivin R1T.

Quest’ultimo, prezzato con un listino di partenza pari a 69.000 dollari, è già prenotabile online, versando una cauzione di 1.000 dollari, con il 2020 che vedrà consegnare i primi modelli standard, e l’anno successivo le varianti più low cost. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Le promesse di Rivian sono davvero tante e notevoli: riuscisse a concretizzarle tutte, il mondo dell'auto avrebbe un nuovo protagonista. Tuttavia, al momento, è forse bene rimandare il giudizio di un paio di anni, visto che aziende innovative del calibro di Tesla e Faraday Future non se la passano proprio bene: la prima fatica a raggiungere utili ed un livello ottimale di veicoli prodotti al mese, mentre la seconda ha addirittura chiuso i battenti quando mancava poco al suo effettivo esordio sul mercato!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!