Iscriviti

Porsche e Boeing collaborano per produrre auto volanti

La Porsche e la Boeing lavoreranno insieme per la produzione di un'automobile volante, per il trasporto privato di clienti particolarmente ricchi. Ecco come sarà.

Auto
Pubblicato il 15 ottobre 2019, alle ore 11:47

Mi piace
4
0
Porsche e Boeing collaborano per produrre auto volanti

Se due aziende importanti come la Porsche e la Boeing (quest’ultima è leader nella costruzione di velivoli) hanno stretto una collaborazione per produrre auto volanti, significa che c’è effettivamente del potenziale nello svuotare il traffico stradale e portarlo nei nostri cieli. Nello specifico sono in fase di studio le possibilità di poter esplorare ciò che ha da offrire lo spazio “tridimensionale”. 

Se tutto ciò fosse possibile, le due società potrebbero creare una svolta e portare sul mercato un nuovo ecosistema di mobilità. Il comunicato stampa rilasciato da Porsche e Boeing spiega che l’azienda tedesca punta ad espandere il proprio mercato di vetture sportive e, grazie alla collaborazione con Boeing, sarà possibile esplorare un settore destinato a clienti particolarmente ricchi.

Porsche e Boeing insieme per l’auto volante, ma non sono i primi

In passato, ci sono stati altri costruttori che hanno voluto sperimentare la mobilità aerea, ma quest’ultima collaborazione sembrerebbe già avere pronto un piano da seguire in un futuro non troppo lontano. Innanzitutto, si sta puntando alla progettazione di un velivolo a propulsione elettrica con funzione di atterraggio e decollo verticale.

In più, oltre a fungere da elicottero, avrebbe anche le ruote per potersi muovere sulle strade. Su internet circolano dei render fatti a computer su come potrebbe essere un possibile modello. Quest’ultimo è dotato di ali fisse non ripiegabili, che occupano un certo spazio laterale ben oltre la carreggiata di una normale automobile. 

Anche Hyundai si occuperà di una mobilità simile. Proprio pochi giorni fa, infatti, è stato nominato un nuovo vicepresidente esecutivo, nonché capo della divisione per la mobilità aerea urbana. Infatti, la casa costruttrice coreana è in procinto di collaborare con la startup Volocopter, che è finanziata dalla Daimler. Infatti, sarebbero già stati effettuati alcuni voli sperimentali nella città di Stoccarda, usando proprio un prototipo di un’automobile volante. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Penso che per guidare queste auto non serva la patente normale: forse servirà proprio quella per guidare gli aerei. Poiché, inoltre, in cielo non potranno montare una segnaletica come avviene sulle strade, penso che la singola auto volante debba essere dotata degli stessi radar e sensori presenti su un aereo di linea.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!