Iscriviti

Peugeot RCZ R al Goodwood Festival of Speed 2013

In occasione del Festival of Speed di Goodwood, Peugeot svela la RCZ R, versione potenziata della sua coupé sportiva. Il suo nuovo 1,6 litri da 270 CV colloca la RCZ R in un inedito campo di prestazioni e di efficienza.

Auto
Pubblicato il 10 luglio 2013, alle ore 16:43

Mi piace
0
0
Peugeot RCZ R al Goodwood Festival of Speed 2013
Pubblicità

In occasione del Festival of Speed di Goodwood, Peugeot svela la RCZ R, versione potenziata della sua coupé sportiva. Il suo nuovo 1,6 litri da 270 CV, con emissioni di CO2 di soli 145 g/km, colloca la RCZ R in un inedito campo di prestazioni e di efficienza. In sintonia con questa motorizzazione, i collegamenti al suolo specifici, abbinati a un differenziale a slittamento limitato Torsen, assicurano un’efficacia e sensazioni dinamiche di altissimo livello. La RCZ R sarà presentata ufficialmente al Salone di Francoforte in settembre, e sarà commercializzata all’inizio dell’anno prossimo.

Grazie ai suoi 270 CV di potenza massima, RCZ R è il modello di serie più performante della storia del Leone. Con arcate Nero Opaco e proiettori con corpo scuro color Titanio, la RCZ R si contraddistingue per le caratteristiche sportive che si riflettono poi nella sua efficacia dinamica. L’assetto ribassato di 10 mm e le ruote da 19 pollici più larghe e più sporgenti, a tutto vantaggio dell’aderenza e della motricità, conferiscono alla RCZ R un assetto ancora più marcato. I cerchi sportivi specifici bicolore, diamantati/nero opaco, sono personalizzati con una R fresata direttamente nella lega leggera, sono stati disegnati per ospitare i nuovi freni di maggiori dimensioni – con pinze anteriori rosse “firmate” da Peugeot Sport – e per ottimizzarne il raffreddamento. Il grande alettone posteriore fisso contribuisce non solo a migliorare l’assetto aerodinamico, ma anche ad allungare la silhouette posteriormente. Il nuovo diffusore rispetta il look pulito che caratterizza il posteriore della Peugeot RCZ R ed integra due grossi terminali cromati e simmetrici, segno di un impianto di scarico riprogettato ai fini delle prestazioni e della sonorità.

Disponibile in 4 tonalità (Rosso Eritrea, Nero Perla Nera, Grigio Sidobre e Bianco Opale), la RCZ R propone anche un’offerta di personalizzazioni composta dal tetto in carbonio lucido o satinato, di adesivi della carrozzeria e di gusci dei retrovisori neri. L’alto livello di equipaggiamenti di sicurezza e di comfort è completato dai proiettori allo Xeno con lavafari e dal sistema multimediale WIP Nav Plus.

Il temperamento sportivo della RCZ R si esprime anche nei dati prestazionali: velocità massima 250 km/h (limitata elettronicamente); accelerazione 0-100 km/h in 5,9 secondi, 0-400 m in 14,2 secondi, 0-1000 m in 25,4 secondi. Anche le riprese sono di altissimo livello: si passa da 80 a 120 km/h in 6,8 secondi in VI marcia. La definizione dei sei rapporti del cambio manuale è specifica, a vantaggio delle accelerazioni e delle riprese. Il baricentro ribassato, l’efficienza aerodinamica, la regolazione specifica dell’insieme ruote-sospensioni e gli pneumatici Goodyear Eagle F1 Asymmetric 235/40 R19 ottimizzano l’aderenza e garantiscono un’eccezionale tenuta di strada. I collegamenti al suolo adottano nuove leggi di ammortizzazione, rigidezze delle molle aumentate e un centraggio più arretrato della barra antirollio, che permettono una grande agilità. Il differenziale a slittamento limitato Torsen permette di sfruttare al massimo la notevole coppia disponibile a partire da 1.900 giri/min, a tutto vantaggio della motricità. Il Torsen, inoltre, consente a RCZ R una buona stabilità in frenata e la capacità di “stringere” le traiettorie.

Le prestazioni e l’agilità della RCZ R sono anche frutto di numerose sessioni di set up e di convalida in circuito, soprattutto con i collaudatori di Peugeot Sport. Dalle loro osservazioni è arrivata l’adozione di pinze freno fisse a 4 pistoncini, che permettono di guadagnare notevolmente in rigidità e dunque nella corsa del pedale, favorendo la riduzione delle masse non sospese. I dischi, di 380 mm di diametro e di 32mm di spessore, sono flottanti su una gabbia in alluminio, che contribuisce ad alleggerire e a raffreddare l’impianto frenante, al pari delle ventilazioni interne del disco, la cui ottimizzazione deriva dall’esperienza di Alcon nelle competizioni. Il tutto assicura all’impianto frenante una notevole resistenza e offre a RCZ R una sicurezza e prestazioni eccezionali, con uno spazio d’arresto 130-0 km/h in meno di 61 metri.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!