Iscriviti

Nissan Note, arriva la versione bifuel benzina/GPL

Aperte le ordinazioni per la versione benzina/GPL della Nissan Note, l'MPV della casa giapponese. Le emissioni di CO2 sono pari a 99 g/km, mentre il consumo medio dichiarato è di 6,3 l/100 km. Il listino parte da 14.800 euro

Auto
Pubblicato il 17 marzo 2014, alle ore 00:11

Mi piace
0
0
Nissan Note, arriva la versione bifuel benzina/GPL

Nissan Note si arricchisce della versione bifuel benzina/GPL, realizzata in collaborazione con la società BRC Gas Equipment per offrire un motore sviluppato e testato per garantire gli elevati standard di qualità e affidabilità. Infatti, il sistema elettronico di controllo dell’impianto GPL è completamente integrato con il sistema principale di Nissan Note, incluse le funzioni di diagnostica. Tale integrazione assicura un costante monitoraggio di tutti i principali parametri dell’impianto GPL e, quindi, condizioni di funzionamento ottimali in qualunque situazione di guida.

Il serbatoio da 42 litri, grazie alla sua forma toroidale, è posizionato nello spazio riservato in genere al pneumatico di scorta (la vettura è dotata di serie di un kit di gonfiaggio), mentre il passaggio dall’alimentazione a benzina a quella a GPL avviene attraverso un commutatore posizionato nel tunnel centrale della Nissan Note.

L’impianto della Nissan Note è lo stesso adottato dalla Casa su Micra: un sistema ad iniezione sequenziale in fase gassosa che consente una corretta gestione dell’alimentazione del motore, garantendo il controllo delle emissioni ed ottimizzando i consumi.

Il commutatore presenta una serie di LED luminosi: 4 LED inferiori che indicano il livello del gas nel serbatoio, 1 LED superiore rosso o verde che indica, rispettivamente, il funzionamento a benzina o GPL.

Azionando il pulsante centrale, è possibile comandare l’azionamento dell’impianto GPL in marcia o da fermo. Se il motore viene spento quando è alimentato a benzina, all’avviamento successivo si accenderà con la medesima alimentazione, mentre, se viene spento mentre è in modalità GPL, si riavvierà inizialmente a benzina e successivamente passerà a GPL (quando il motore arriverà alla temperatura d’esercizio e previo colpo di acceleratore). Il commutatore su Nissan Note è dotato di cicalino sonoro per avvisare del passaggio a benzina quando termina il GPL.

Il serbatoio GPL della Nissan Note può essere riempito fino al massimo dell’80% della sua capacità – potrà contenere 33,6 litri e, considerando il consumo medio nel ciclo combinato di 6,3 l/100 km, garantirà un’autonomia a GPL di circa 533 km. Al volante di una nuova Nissan Note ECO Visia, Comfort o Acenta si potranno percorrere circa oltre 1.405 km (ciclo combinato) senza mai fermarsi riempiendo entrambi i serbatoi (benzina da 41L e GPL). Per quanto riguarda il rifornimento del GPL, verrà fornito di serie il riduttore necessario a collegare la presa di carica del serbatoio con l’erogatore.

Garanzia e manutenzione

Le versioni a GPL della Nissan Note godono della garanzia ufficiale Nissan di 3 anni o 100.000 km. L’intervallo di manutenzione previsto è quello della corrispondente versione a benzina (20.000 km/12 mesi) senza alcun tagliando intermedio. Sono previsti pochi controlli specifici a componenti dell’impianto GPL (serraggio delle tubazioni) e la sostituzione dei filtri GPL.

Versioni disponibili e prezzi

Il prezzo di listino delle versioni GPL parte da 14.800 euro e differirà di 1.350€ rispetto alle corrispondenti versioni di Nissan Note con motorizzazioni benzina 80 CV.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!