Iscriviti

Mustang Mach-E 1400: presto in pista la supercar elettrica "estrema" di Ford

In attesa che la versione più "mansueta" arrivi nei concessionari, si appresta a esordire in pista del campionato Nascar la supercar elettrica Ford Mustang Mach-E 1400 che, in forma di prototipo, fornirà utili indicazioni a car maker americano.

Auto
Pubblicato il 4 dicembre 2020, alle ore 19:09

Mi piace
6
0
Mustang Mach-E 1400: presto in pista la supercar elettrica "estrema" di Ford

Dopo il buon risultato ottenuto con la Mustang Cobra Jet 1400, la divisione Performance di Ford, collaborando col fidato partner RTR Vehicles, versato nel realizzare pacchetti altoprestazionali, ha varato l’altrettanto sorprendente supercar elettrica Mustang Mach-E 1400, in procinto di battere nuovi record, stante la potenza di 1419 CV, in una futura gara del campionato Nascar.

Strutturalmente, la Mustang Mach-E 1400 è basata sullo chassis della Mustang Mach-E GT, con alcuni accorgimenti e adattamenti “da pista” sul retro, munito d’un super alettone, sul davanti, in zona splitter, e relativamente ai condotti di raffreddamento: sotto il cofano, invece, un’ulteriore differenza rispetto al modello originale, frutto di 10mila ore di lavoro e sui risultati della concept car Mustang Cobra Jet 1400, prevede l’impiego di 5 motori in più, per un totale di 7.

Di questi, tre saranno applicati davanti e 4 dietro, col risultato che, tra trazione integrale, quella posteriore, e quella anteriore, saranno possibili numerosi settaggi ripartitivi, in modo da poter far cimentare la Mach-E 1400 tanto nei rally quanto nel drifting o, appunto, in in pista, ma sempre con un’emozione da “montagne russe“.

L’impianto frenante Brembo, desunto dalla Mustang GT4, coopera col freno a mano di tipo idraulico innestato direttamente nel propulsore elettrico, alimentato da una batteria 56,8 kWh: di quest’ultima, la casa dell’Ovale Blu non ha fornito specifiche in merito all’autonomia, salvo precisare sibillinamente che la stessa, realizzata in nichel-manganese, mediante un apposito impianto refrigerante, beneficia di un significativo, e non debilitante, accorciamento nei tempi di ricarica.

Scopo principale della supercar elettrica Mustang Mach-E 1400, secondo il capo progettista Ron Heiser, sarà in ogni modo quello di fornire principalmente spunti a Ford per capire cosa la tecnologia elettrica “può insegnarci e applicarla sulle nostre auto“.

In più, dall’esperimento in questione, il noto car maker a stelle e strisce conta di desumere preziosi numi sulla resa di nuovi materiali costruttivi: nel caso specifico, impiegata la consueta fibra di carbonio per il telaio, sarà interessante appurare il comportamento delle fibre composite organiche per la realizzazione del tetto che, nel frattempo, hanno già sortito il risultato di consentire un carico aerodinamico (downforce) di 1.000 kg a quota 257 km/h.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Le prime prove della Mustang Mach-E 1400 hanno destato una sensazione di brio ed entusiasmo, anche se non oso immaginare cosa abbia fatto indotto il co-fondatore di RTR, Vaughn Gittin Jr, a parlare di un'esperienza prossima solo a quella delle montagne russe! Scherzi a parte, con una potenza di 1419 CV, un risultato del genere credo sia il minimo sindacabile. Per il resto, da buon amante della tecnologia, sono più che altro interessato alle indicazioni che tale veicolo fornirà a Ford nella realizzazione delle sue auto elettriche, da strada, ovvero mainstream.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!