Iscriviti

Motore a combustione microonde compatibile con le vecchie auto per ridurre le emissioni fino all’80%

La MWI idea la combustione a microonde, che consente di risparmiare il 30% di carburante e ridurre dell'80% delle emissioni sui motori diesel e benzina. Ecco come funziona.

Auto
Pubblicato il 20 gennaio 2019, alle ore 01:42

Mi piace
4
0
Motore a combustione microonde compatibile con le vecchie auto per ridurre le emissioni fino all’80%

La tecnologia di combustione a microonde è l’ultima rivoluzione che abbiamo conosciuto per i motori a combustione interna, essendo anche compatibile tanto con i motori diesel come per quelli a benzina, nuovi o usati. Ecco perché la tecnologia a microonde potrebbe dare una seconda possibilità alle vecchie auto di circolare ed essere anche ecologiche.

Non c’è dubbio che la combustione a microonde è una delle 4 grandi tecnologie che promettono di reinventare il motore a combustione interna, tuttavia stiamo ancora parlando di una tecnologia in fase iniziale per il suo arrivo sulle strade. I test di laboratorio parlano di un successo clamoroso con riduzioni del consumo del 30% e riduzione delle emissioni fino all’80%, cifre che indubbiamente rendono un futuro meno buio per il motore a combustione interna.

Motore a combustione microonde: utilizzabile sia su auto vecchie che nuove

Sebbene l’accensione a microonde sia venuta alla luce come una soluzione progettata idealmente per l’uso in motori di ultima generazione, la realtà è che tale tecnologia nasconde un grande potenziale nell’adattarsi sia ai motori diesel che a quelli vecchi a benzina. Mentre nei motori a benzina sostituirebbero le candele e tutto il sistema di accensione tradizionale senza la necessità di cavi aggiuntivi e moduli di controllo compatibili con la centralina, nel caso del diesel la sua installazione sarebbe fatta sostituendo i riscaldatori e usando un’architettura simile a quella dei motori a benzina con cablaggio e moduli di controllo compatibili con l’ECU originale.

Inoltre, anche se questa tecnologia promette di rivoluzionare il motore a combustione interna, e si è concentrata sui motori diesel e benzina per pubblicizzare i loro risultati, la realtà è che il sistema promette di essere compatibile con tutti i tipi di carburanti liquidi o gas: GPL, Metano, GNL, kerosene, biocarburanti, combustibili sintetici, ecc. 

L’idea di accendere la miscela aria-carburante con un riscaldamento pulsato al posto della scintilla scoccata dalla candela ha attirato anche l’attenzione di Wendelin Wiedeking, exCEO di Porsche e attuale investitore della startup tedesca che ha appena annunciato l’inizio dei test in pista proprio con un team che gareggia nella Porsche Supercup.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Un'interessante novità. Sarebbe possibile che il motore a combustione interna torni a vivere: magari potrà dare maggior filo da torcere alla diffusione della mobilità elettrica. E, se un marchio come Porsche sta effettuando i test in pista, significa che si tratta di un progetto molto interessante. Chissà quando sarà commercializzato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!