Iscriviti

Ford ha inventato la culla che riproduce le vibrazioni dell’auto

La casa costruttrice americana ha inventato una culla molto particolare, capace di simulare le vibrazioni tipiche dei viaggi in auto. Grazie a questa soluzione sarà molto più facile conciliare il sonno dei bebè rimanendo comodamente a casa.

Auto
Pubblicato il 14 aprile 2017, alle ore 16:55

Mi piace
19
0
Ford ha inventato la culla che riproduce le vibrazioni dell’auto
Pubblicità

Uno dei problemi più grandi che affliggono i neo-genitori è quello di far addormentare i propri bebè. Mamma e papà si inventano un po’ di tutto pur di fare crollare dal sonno i propri pargoli, ma alla fine una delle soluzioni che ha più successo è quella di mettersi al volante. In questi casi la vettura si trasforma in una vera e propria culla che farà addormentare anche i bebè più ostinati.

Come è logico immaginare, la pratica ha una lunga serie di inconvenienti non certo trascurabili. Oltre a prendere l’auto, girovagare per la notte comporta rimanere vigili durante le ore in cui si dovrebbe invece dormire. Si arriva così a far addormentare il piccolo, rinunciando però a quelle che dovrebbero essere le proprie ore di sonno.

Ma da oggi le cose potrebbero cambiare. Una soluzione a questo problema è stata recentemente fornita dalla Ford, azienda che con oltre un secolo di esperienza alle spalle, ha tutte le carte in regola per poter andare incontro alle esigenze di tutti gli automobilisti. La risposta delle casa automobilistica che farà tirare un sospiro di sollievo a tutti i neo-genitori è tanto semplice quanto geniale.

Ma in che cosa consiste la soluzione fornita dalla casa dell’ovale blu? Trattasi di una culla molto particolare, in grado di riprodurre in tutto e per tutto i movimenti, le vibrazioni, le luci e i rumori che vengono prodotti dalle autovetture durante le ore notturne. Il vantaggio di questo simulatore sta nel fatto che si potrà far addormentare i propri figli comodamente a casa. Addio quindi alle notti passate al volante.

La culla offerta dalla Ford prende il nome di Max Motor Dreams e potrà essere gestita attraverso una app per smartphone che registerà e riprodurrà i suoni, le oscillazioni e le luci incontrate durante un determinato viaggio. Il designer di Max Motor Dreams, Alejandro Lopez Bravo dello studio creativo Espada y Santa Cruz, ha sottolineato che la pluripremiata culla “potrebbe migliorare, davvero, la vita quotidiana di molte persone”. A tal fine è sufficiente consultare le statistiche, secondo le quali i neo-genitori possono ambire a poco più di 5 ore di sonno a notte. Durante il primo anno di vità del bambino si arriva così a perdere l’equivalente di 44 giorni di sonno.

Al momento la culla fa parte di un progetto pilota, ma considerando le innumerevoli richieste ricevute, non è da escludere che venga presto prodotta in larga scala.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - La culla che simula i viaggi in auto è un’ottima soluzione per quei genitori che proprio non riescono a far addormentare i propri figli. Max Motor Dreams è l’espediente che permetterà finalmente di far dormire sia i genitori che i figli, evitando di doversi avventurare fuori casa. Si risparmieranno così ore passate a girovagare per le strade, si ridurrà il rischio di incidenti, si risparmierà benzina e si avrà anche una maggior attenzione e tranquillità durante le ore diurne. Non da ultimo potrà essere utilizzata da tutti, anche da chi non ha la patente e che sino ad oggi non avrebbe potuto guidare per far addormentare il proprio bebè. Per attivare la culla sarà infatti sufficiente disporre di un comunissimo smartphone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!