Iscriviti

Fiat 500 elettrica, Jeep Compass e suv Alfa Romeo saranno prodotte in Italia

La Fiat, la Jeep e l'Alfa Romeo, porteranno un totale di 13 nuovi modelli da produrre qui in Italia, dando lavoro agli operai nostrani. Ecco le vetture che fanno parte del piano Marchionne.

Auto
Pubblicato il 29 novembre 2018, alle ore 18:23

Mi piace
8
0
Fiat 500 elettrica, Jeep Compass e suv Alfa Romeo saranno prodotte in Italia

Chi lamenta la delocalizzazione delle case automobilistiche può tirare un sospiro di sollievo, perché in Italia saranno prodotte nuove auto da parte del gruppo FCA. Più nello specifico, le nuove auto riguardano i marchi Alfa Romeo, Jeep e Fiat. La notizia arriva direttamente dall’amministratore delegato Mike Manley. L’auto più importante, secondo quanto riportato, tra quelle prodotte sarà proprio la Fiat 500 elettrica che sarà costruita a Mirafiori.

L’arrivo sul mercato della 500 elettrica fa parte di un piano di investimenti della FCA da più di 5 miliardi di euro da gestire tra il 2019 e il 2021: in questo arco di tempo arriveranno 13 nuovi modelli.

Nuove auto prodotte in Italia 

Il piano, inizialmente proposto da Sergio Marchionne quest’estate prevede anche un utilizzo maggiorato degli stabilimenti italiani. Proprio per questo arriveranno nuove direttive circa la produzione della nuova Jeep Compass nello stabilimento di Melfi. Già veniva prodotta la 500X e la Jeep Renegare: a breve arriverà la Compass ibrida e la Renegade Hybrid plug-in.

Inoltre, anche Alfa Romeo, porterà delle novità nello stabilimento di Pomigliano d’Arco. Attualmente già viene prodotta la Fiat Panda, tra cui la versione ibrida, ma arriverà anche un nuovo suv più piccolo dello Stelvio. Il baby suv, sarà, però, più grande della Giulietta. 

Tornando alla Fiat Panda, arriveranno a breve anche altri motori, come ad esempio il 1.0 FireFly, il 1.3 turbo e il 1.3 aspirato. Insomma, con il downsizing (riduzione di cilindrata e di numero di cilindri), Fiat darà il suo contributo a creare una mobilità ecologica che al giorno d’oggi non è molto sviluppata in Italia. Inoltre, sapendo che la maggior parte degli italiani risulta possessore proprio di auto del gruppo FCA, l’arrivo delle versioni ibride ed elettriche, potrebbe dare una scossa a questo nuovo mercato, che in altri paesi, ha già preso largo impiego.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Ora non ci si può lamentare che le auto italiane sono prodotte all'estero. Per fortuna una parte di esse viene ancora assemblata in Italia, e se c'è bisogno di un maggior sfruttamento delle piattaforme, arriveranno probabilmente anche nuove assunzioni per i vari posti di lavoro sulla catena di montaggio, o ai piani alti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!