Iscriviti

Ferrari Roma: la nuova coupé di Maranello è un omaggio alla Dolce Vita

La nuova sportiva di casa Ferrari presentata al mondo intero, è un concentrato di lusso e potenza, ma anche la miglior dedica che si possa fare alla città di Roma e all’indimenticabile periodo della Dolce Vita.

Auto
Pubblicato il 19 novembre 2019, alle ore 15:57

Mi piace
15
0
Ferrari Roma: la nuova coupé di Maranello è un omaggio alla Dolce Vita

Dopo la F8 Tributo, la SF90 Stradale, la F8 Tributo Spider e la 812 GTS, in casa Ferrari hanno voluto chiudere il 2019 con la classica ciliegina sulla torta. Definito dall’a.d. Louis Carey Camilleri un anno importante in cui si è investito molto sulla profonda diversificazione dell’offerta di prodotti, il 2019 verrà ricordato anche per il lancio della Ferrari Roma, una coupé 2+2 a motore centrale-anteriore da 620 cavalli di potenza complessiva.

Presentata per mezzo di un evento esclusivo tenutosi nella Città Eterna, l’ultima di casa Maranello è un omaggio a quella che è la capitale di un Paese che ha le auto nel cuore. Pur afflitta da diversi problemi legati alle buche, ai mezzi pubblici fatiscenti, ai topi, alla spazzatura e alla qualità della vita che sta conoscendo un inesorabile declino, Roma rimane la città simbolo dello stile italiano che continua ad affascinare e dettar legge in tutto il mondo.

Il tributo alla storica Caput Mundi è una sportiva GT che farà voltare chiunque avrà modo di vederla sfrecciare su strada. Il suo design innovativo e di rottura rispetto al passato, ha messo in difficoltà alcuni puristi del marchio, che oltre ad aver espresso alcune difficoltà nell’inquadrarla, non hanno potuto notare una certa somiglianza con alcune sportive inglesi. Il centro stile di Maranello ha categoricamente smentito una simile conclusione, esaltando la filosofia e il dna di un’auto che rappresenta il non plus ultra del Made in Italy.

La sua purezza stilistica che conta di rievocare l’atmosfera di spensieratezza della Dolce Vita, passata alla storia grazie ad interpreti di primo piano come Gregory Peck, Audrey Hepburn, Marcello Mastroianni e Anita Ekberg, sarà assicurata da una linea più sobria che farà a meno delle tante feritoie e degli sfoghi d’aria disseminati lungo la carrozzeria. Al posteriore sarà presente un’ala mobile integrata nel lunotto, mentre all’anteriore non mancheranno una coppia di generatori di vortici che creano l’effetto suolo, necessario per tenere stabile la vettura alle andature più sostenute.

L’abitacolo sarà invece caratterizzato dal sistema Dual Cockpit, che separa nettamente il guidatore dal passeggero. In caso di emergenza è anche possibile trasportare sui sedili posteriori altri due passeggeri, purché non molto alti. Ma la vera anima di questo modello è il V8 turbo che rientra nella famiglia dei propulsori vincitori del premio Engine of the Year per 4 anni consecutivi. Le sue performance da brivido permettono alla vettura di scattare da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi e di raggiungere una velocità massima di 320 km/h.  Presentata anche al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il nuovo gioiello di casa Ferrari non ha ancora un prezzo ufficiale, ma secondo le prime stime dovrebbe aggirarsi intorno ai 200mila euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Quando si parla di Ferrari, a dover sorprendere è prima di tutto il design. E in effetti la ricerca di qualcosa di innovativo e diverso, ha comportato una rottura con quello che è il DNA e la storia di un marchio unico nel panorama automobilistico mondiale. Peccato a questo punto non si possa sapere cosa ne pensi il grande Drake, il vero custode della tradizione stilistica di casa Ferrari.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!