Iscriviti

Falle nel software di guida autonoma di Uber causano un incidente mortale

Stando al parere degli investigatori sulla sicurezza degli USA, il veicolo di prova di guida automatica Uber che ha colpito e ucciso una donna nel 2018 ha avuto problemi di software.

Auto
Pubblicato il 9 novembre 2019, alle ore 10:21

Mi piace
7
0
Falle nel software di guida autonoma di Uber causano un incidente mortale

Per gli investigatori sulla sicurezza automobilistica degli Stati Uniti d’America, la macchina di prova di guida automatica Uber che ha colpito e ucciso una donna nel 2018 ha avuto problemi all’interno del software.

Elaine Herzberg, di 49 anni, è stata investita a morte dall’automobile mentre attraversava una strada a Tempe, in Arizona (USA).

Il National Transportation Safety Board (il cosiddetto NTSB) degli Stati Uniti d’America ha rilevato che l’auto non è riuscita a identificarla correttamente come pedone. Da un loro rapporto è emerso anche che tra settembre 2016 e marzo 2018 ci sono stati altri 37 incidenti di veicoli Uber in modalità di guida autonoma durante la sperimentazione su strada.

I risultati dettagliati hanno sollevato una serie di problemi di sicurezza, ma non hanno determinato la probabile causa dell’incidente che è costato la vita a Elaine Herzberg di Tempe. Ci si aspetta che la commissione per la sicurezza faccia questa scoperta quando si riunirà il 19 novembre e discuterà del tragico fatto accaduto sulla strada durante la sperimentazione dell’auto Uber.

I risultati, pubblicati questo martedì possono anche essere utilizzati per contribuire a formulare degli standard per lo sviluppo dell’industria della guida autonoma nel futuro. Il settore è stato oggetto di un‘attenta analisi in seguito a quanto accaduto e, da molte persone del settore, anche criticato.

All’inizio di quest’anno, i pubblici ministeri hanno stabilito che la società non è penalmente responsabile della morte di Elaine Herzberg. Tuttavia, l’autista di riserva dell’auto potrebbe ancora dover affrontare accuse penali e rischiare una condanna di diversi anni.

A seguito dell’incidente, le autorità dell’Arizona hanno sospeso la possibilità per Uber di testare veicoli auto-guidati sulle strade pubbliche americane, in attesa del verdetto del 19 novembre venturo.

Secondo gli esperti e le statistiche a loro disposizione – oggi come oggi – sono più pericolosi i veicoli a guida normale e gli sviluppi della guida autonoma porteranno notevoli benefici a tutta la popolazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carlo Crescenzi

Carlo Crescenzi - Questo genere di tecnologie può essere pericoloso nella misura in cui l'essere umano, che è comunque lo sviluppatore del software che c'è dietro ogni apparato, commette degli errori; in quanto essere umano quindi non può esserci una sicurezza al 100% della riuscita. Certo, si può fare sempre meglio, ma chi è disposto, alla luce dei fatti odierni, a fidarsi totalmente?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!