Iscriviti

Emissioni dei motori diesel: i NOx degli euro 6D sono quasi nulli

I motori diesel euro 6d temp inquinano talmente poco da essere paragonabili ad auto elettriche. Ecco i dati registrati durante i cicli RDE che simulano l'andamento cittadino.

Auto
Pubblicato il 23 febbraio 2019, alle ore 20:44

Mi piace
6
0
Emissioni dei motori diesel: i NOx degli euro 6D sono quasi nulli

Dai laboratori di ricerca giungono novità che potrebbero far cambiare idea sul tasso di inquinamento dei motori diesel. Più precisamente, sono i nuovi motori diesel che emettono talmente pochi NOx (gli ossidi di azoto) che possono essere addirittura trascurabili. Eppure, ci sono dei governi di alcuni Paesi che stanno dando il massimo pur di abolire queste particolari motorizzazioni, e applicano sempre più restrizioni. 

I test sono stati effettuati da un organo chiamato Automobile club tedesco (ADAC) e alcune auto con motori diesel euro 6D-temp sono state sottoposte a cicli di guida in condizioni reali definitive RDE (acronimo di real drive emission) con il risultato che alcuni modelli hanno letteralmente emesso zero particelle di ossidi di azoto. La Mercedes C 220 d, ad esempio, ha registrato 0 mg/km.

Motori diesel euro 6d: il tasso di inquinamento dei veicoli

Anche numerosi altri modelli hanno riscontrato ottimi valori. Ad esempio, la BMW 520d Touring e l’Opel Astra 1.6 D hanno registrato solo 1 mg/km. Altre auto, come la Golf, la Citroen Berlingo, e la Audi A8, hanno registrato valori che vanno dai 7 ai 15 mg/km. Un po’ di tempo fa, il CNR (Consiglio Nazionale di Ricerca) ha dimostrato addirittura che tali motori presentano un’emissione di gas combusti (HC e CO) molto più bassa di altre motorizzazioni. 

Un fattore temuto è l’emissione di polveri sottili, dette anche particolato. Anche sotto questo punto di vista, i moderni FAP annullano quasi totalmente l’emissione di tali polveri nocive, mentre il particolato emesso dai motori a benzina (non dotati di fap) sarebbe addirittura più pericoloso.

Dunque, stando a questi dati, il problema delle emissioni del PM10 riguarderebbe solamente le vecchie motorizzazioni, che sono comunque tante in Italia. Il tasso di emissioni di marcia dei moderni euro 6, dunque, è paragonabile quasi alle moderne vetture elettriche, senza considerare il ciclo di vita completo. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Io metterei più incentivi sui motori euro 6 perché spesso chi guida auto più inquinanti è perché non ha la possibilità di acquistare auto più nuove e aggiornate. Vietare la circolazione porterebbe solamente disagio ai cittadini, e i mezzi pubblici dovrebbero sopperire a queste mancanze, cosa che neanche nella normalità accade.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!