Iscriviti

Ecco Corbellati Missile, la supersportiva italiana che raggiungerà i 500 km/h

In mostra al Salone di Ginevra, l’hypercar è stata realizzata da due fratelli italiani che hanno intenzione di farla diventare l’auto di serie più veloce del mondo. E con 1.800 cavalli, la Corbellati Missile è un vero bolide a quattro ruote.

Auto
Pubblicato il 9 marzo 2018, alle ore 13:25

Mi piace
17
0
Ecco Corbellati Missile, la supersportiva italiana che raggiungerà i 500 km/h

Solo a pensarci farebbe rabbrividire anche un navigato pilota di Formula 1, eppure c’è qualcuno che ha costruito un’auto capace di raggiungere i 500 km/h di velocità. A progettarla sono stati due fratelli sanremesi che vivono a Tenerife, due che nel sangue hanno cavalli e pistoni da vendere.

Achille e Demetrio Corbellati hanno ideato un vero mostro della strada, una biposto che ricorda la Ferrari P3 e P4 degli anni ’60. Con il chiodo fisso della velocità sin dall’infanzia, dopo gli studi di ingegneria compiuti in Inghilterra con tanto di specializzazione nel motorsport, i due si sono lanciati nel progetto di un’auto da brivido.

Alla fine la loro ostinazione è stata premiata con la Corbellati Missile. Pur non essendo ancora in vendita, la supersportiva è comunque ammirabile al Salone di Ginevra. Il cuore di questo mostro a quattro ruote è un otto cilindri a V di 9.0 centimetri cubici, che grazie a due enormi turbo sprigiona 1.800 cavalli a 5000 giri al minuto. Prodotto dalla Mercury, la stessa società specializzata nel settore dei motori marini, garantisce una coppia motrice di 2350 Nm già disponibile a 750 giri.

Ma oltre al motore, elemento fondamentale per poter raggiungere delle velocità stratosferiche è il peso. L’utilizzo delle leghe di alluminio e della fibra di carbonio ha permesso di contenere la massa complessiva intorno ai 1.500 kg. Tutto ciò riduce le sollecitazioni sugli pneumatici, particolarmente sollecitati alle alte andature. Inoltre anche l’aerodinamica è stata curata in maniera maniacale. Non manca quindi lo spoiler anteriore, il fondo piatto e il profilo estrattore posteriore. Sempre al posteriore è presente un altro spoiler utilizzato per creare carico in accelerazione; alle alte velocità rientra per ridurre la resistenza all’aria, mentre in frenata si innalza per contribuire ad arrestare il veicolo. Sempre a proposito della frenata, l’impianto prevede quattro dischi carboceramici di 396 millimetri di diametro.

L’esemplare visionabile presso gli stand del Salone svizzero non è ancora definitivo, anche se a regime si stima una produzione annuale di dieci esemplari al prezzo unitario di circa 2 milioni di euro. La veste definitiva sarà approntata una volta raggiunto il record di velocità. Per dimostrare le sue capacità velocistiche, l’appuntamento è rimandato al 2019 sul lago salato di Bonneville nello stato dello Utah. Proprio in questo tempio della velocità si spera di raggiungere ed infrangere il muro dei 500 km/h.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - La Corbellati Missile è un’auto dal design affascinante e con chiari richiami retrò. Si rimane in attesa di capire se sarà in grado di battere il record di velocità attualmente nelle mani della Koenigsegg Agera RS. L’auto svedese ha raggiunto la strabiliante velocità di punta di 447 km/h. Se la Corbellati Missile dovesse fare meglio, sarebbe indubbiamente una bella pubblicità che ne stimolerebbe le vendite, il prestigio e quindi il valore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!