Iscriviti

eCall obbligatorio: dal 31 Marzo le auto nuove dovranno avere la centralina per la chiamata d’emergenza

È ufficiale: in ottemperanza alle disposizioni dell'UE, dal 31 Marzo tutte le nuove autovetture dovranno obbligatoriamente avere il sistema eCall. Ecco di che si tratta.

Auto
Pubblicato il 21 marzo 2018, alle ore 11:20

Mi piace
19
0
eCall obbligatorio: dal 31 Marzo le auto nuove dovranno avere la centralina per la chiamata d’emergenza

Quanto anticipato nei mesi scorsi sta finalmente per diventare realtà: dal prossimo 31 Marzo, infatti, tutte le autovetture nuove, che saranno omologate a partire da questa data, dovranno adempiere alla disposizione dell’Unione Europea UE 2015/758 e prevedere un sistema eCall di serie, vale a dire una centralina per le chiamate di emergenza

Il Parlamento Europeo aveva, infatti, votato l’obbligatorietà di tale sistema il 28 aprile del 2015, dando, di fatto, ai costruttori tre anni di tempo per adeguarsi ed adattare la propria produzione ai fini dell’inserimento di questa nuova tecnologia che, dalle prime stime effettuate dalla Commissione Europea, dovrebbe portare ad una riduzione del numero di vittime della strada di oltre il 10%, salvando all’incirca 2500 vite all’anno

Il sistema eCall integrato nelle auto permetterà, infatti, di richiedere l’invio di soccorsi qualora dovesse verificarsi un’incidente o un’uscita di strada, indicando, grazie al localizzatore satellitare, il punto preciso dove la vettura si trova, semplicemente attraverso un apposito pulsante situato nell’abitacolo che il conducente può premere. In aggiunta, nel caso in cui i passeggeri dovessero perdere conoscenza, il sistema provvederà in automatico alla chiamata verso il numero di emergenza europeo 112

La centralina dovrà, quindi, indicare tutta una serie di dettagli ed informazioni chiave per consentire ai soccorritori di intervenire in maniera opportuna: in particolare dovranno essere segnalati, oltre all’esatta posizione dell’auto, anche la direzione di viaggio, il tipo di veicolo e il relativo carburante, l’attivazione o meno degli airbag, il numero di passeggeri presenti e il loro eventuale stato di incoscienza. In questo modo, viene definita in maniera più chiara la reale dimensione dell’operazione di salvataggio richiesta. 

Ad oggi sono 35 i Paesi europei per i quali la chiamata d’emergenza è disponibile, ma in alcuni di questi l’installazione della centralina eCall sui nuovi veicoli per il momento non sarà obbligatoria. Il nostro Paese, nello specifico, ha iniziato a sperimentare tale soluzione già dallo scorso mese di maggio, anticipando quindi gli altri Stati: in Italia, infatti, l’infrastruttura è stata predisposta in anticipo ed è pertanto pronta per l’attivazione del servizio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefania Angela Ferrara

Stefania Angela Ferrara - Si tratta senza alcun dubbio di un notevole passo in avanti verso la sicurezza e la tutela delle persone. Attraverso il sistema di emergenza eCall, infatti, si riuscirà a prestare soccorso in maniera più tempestiva, e credo che questo potrà evitare o comunque ridurre il numero delle vittime della strada.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!