Iscriviti

Coronavirus: FCA chiude lo stabilimento in Serbia

Il contagio da Coronavirus costringe FCA a sospendere temporaneamente la produzione nello stabilimento in Serbia. il motivo è che i componenti sono cinesi.

Auto
Pubblicato il 15 febbraio 2020, alle ore 00:27

Mi piace
5
0
Coronavirus: FCA chiude lo stabilimento in Serbia

FCA ha chiuso temporaneamente lo stabilimento in Serbia a causa del Coronavirus. Si tratta di una causa indiretta e a ufficializzare la notizia è stato il leader della Fim-Cisl, Marco Bentivogli. Il problema nasce dal fatto che in Serbia la 500X che vi si produce necessita di componenti provenienti dalla Cina. Poiché i trasporti sono bloccati, non ci sono i componenti per l’assemblaggio e, dunque, è stato necessario fermare temporaneamente la catena di montaggio

Al momento, la chiusura è iniziata giovedì e si terrà almeno fino a martedì, tuttavia non si esclude che il periodo potrà essere molto più lungo. Tra i componenti mancanti ci sono paraurti, impianto audio e simili: si parla di pezzi importanti.

FCA e Coronavirus: ripercussioni anche in Italia

Già Manley, l’amministratore delegato di FCA, aveva spiegato che i problemi riscontrati con il Coronavirus sarebbero arrivati fino all’Europa, senza però specificare in quale paese. Oltre alla Fiat Chrysler Automobiles, anche tutti gli altri produttori di automobili si trovano nella stessa situazione se fanno uso di componenti provenienti dalla Cina. 

Nella stessa Cina, inoltre, molte industrie sono ancora chiuse per evitare contagi. Pertanto, oltre ai problemi di trasporto, c’è anche l’inconveniente che sono proprio le aziende cinesi a non produrre più niente. FCA fa sapere nella giornata di venerdì, però, che la produzione mensile non dovrebbe variare, puntando a recuperare nei giorni finali del mese stesso. 

Proprio nei pressi di Wuhan si realizza il maggior numero di componenti meccanici. Il problema riguarda maggiormente Volkswagen in quanto utilizza maggiori quantità di pezzi cinesi, mentre le auto del gruppo PSA (Peugeot, Opel) e FCA ne usano in minor quantità. FCA inoltre ha avviato solo il mese scorso una joint venture con Hon Hai per produrre veicoli elettrici di nuova generazione per competere nel mercato dei veicoli elettrici a zero emissioni. Seguiranno aggiornamenti nei prossimi giorni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Un bel problema quello causato dal Coronavirus. Anche il solo rischio di contagio ha bloccato la produzione mondiale, in quanto tutte le aziende fanno uso, anche se al minimo, di componentistica e assemblaggio made in China. Speriamo che la situazione si sblocchi: fermare un impianto di produzione porta importanti perdite, soprattutto quando si dovrà avviare il tutto nuovamente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!