Iscriviti

CES 2019: Magneti Marelli mostra i nuovi progetti smart per la guida autonoma e la sicurezza strsdale

Al CES di Las Vegas, uno dei protaginisti hi-tech di questo 2019 sarà quello dell'automotive, con varie soluzioni smart: ecco, in tal senso, i progetti più interesanti portati dalla italo-nipponica Magneti Marelli per incrementare la sicurezza sulle strade.

Auto
Pubblicato il 4 gennaio 2019, alle ore 11:32

Mi piace
6
0
CES 2019: Magneti Marelli mostra i nuovi progetti smart per la guida autonoma e la sicurezza strsdale

L’italiana (ma ora di proprietà della nipponica Calsonic Kansei) Magneti Marelli, specializzata in tecnologie per l’automotive, ha annunciato, con lo slogan “Sense What’s Coming, We’re Closer Than You Think“, le tecnologie che porterà al CES 2019 di Las Vegas, presso le sale del Mandalay Bay, con lo scopo di mostrare come sia possibile incrementare la sicurezza nella circolazione con un’interazione tra gli interlocutori in essa coinvolti: veicoli, relativi occupanti, ambiente circostante.

Una tecnologia di facile implementazione da parte dei produttori di auto sarà quella dello Smart Corner di 3°generazione (già assegnatario del premio CES 2019 Innovation Award Honoree): in questo caso, si tratta di soluzioni molto avanzate, anche nel design, che combinano l’illuminazione del veicolo, anteriore e posteriore tramite LED, con tutta un’ampia gamma di sensori (radar, ultrasuoni, LiDAR, telecamere, Digital Light Processing, Adaptive Driving Beam) necessari ad assicurare una visione a 360°, anche ridondante, attorno al veicolo, col fine di attivare soluzioni di guida autonoma. 

Con la diffusione delle silenziosissime auto elettriche, e di quelle gestite da sistemi di guida simili all’AutoPilot di Tesla, è quanto mai necessario che i pedoni siano consapevoli della circolazione di tali veicoli e, allo scopo, Magneti Marelli ha ideato un sistema, basato su un assistente virtuale interattivo, che comunica – tramite segnali audio avvertibili solo extra abitacolo o messaggi visivi palesati su schermi AMOLED anteriori e posteriori – le intenzioni del guidatore (es. il passaggio alla guida autonoma, o una frenata improvvisa). Sempre tramite pannelli AMOLED, poi, sfruttando però lo standard V2X, si potrebbero sfruttare altre aree del veicolo per diffondere messaggi pubblicitari. 

Ancora in linea con quello che sarà il panorama futuro dell’auto, ed all’insegna della sicurezza, Magneti Marelli presenterà un kit, facile da implementare in quanto poco esigente dal punto di vista elaborativo e, quindi, non necessitante di un hardware complesso, per il monitoraggio del conducente: rilevate le condizioni del guidatore grazie a sensori e telecamere, l’interfaccia uomo-macchina del perception software adatterà di conseguenza quello che è l’ambiente del veicolo. 

Oramai, sono molte le auto che optano per la strumentazione digitale, onde mantenere pulito il design che si para davanti al conducente ed al primo passeggero: Magneti Marelli, già “sul pezzo” con un proiettore DLP d 1.3 milioni di pixel capace di illuminare la strada e, nel contempo di proiettarvi informazioni utili a pedoni e pilota, presenterà altri sistemi finalizzati a fornire informazioni al momento più opportuno senza che ciò richieda di sprecare spazio sul cruscotto.

Proprio l’illuminazione sarà l’ultima (ma non per importanza) protagonista della presentazione della Magneti Marelli al CES 2019: l’azienda, con sede nella milanese Corbetta, porterà a Las Vegas anche dei nuovi fari ADB (adattivi abbaglianti), con laser e sorgente luminosa a LED, in grado di illuminare la strada antistante per 600 metri, funzionanti quasi continuativamente in modalità abbagliante. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - A mio avviso, cedere Magneti Marelli è stato un errore da parte di FCA: il brand in questione è una delle poche realtà mondiali totalmente focalizzata sull'innovazione dell'automotive, con soluzioni sempre molto attuali e all'avanguardia, come dimostrato dai progetti in arrivo in quel di Las Vegas. Un'occasione che, però, non è sfuggita ai lungimiranti giapponesi della Calsonic Kansei.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!