Iscriviti

Bollo auto: il prezzo dipenderà dal consumo del veicolo dal 2019

Il prezzo del bollo auto a partire da 2019 potrebbe dipendere o dall'inquinamento del veicolo, o dalla quantità di carburante consumata. Quindi nessuno può evadere questa tassa.

Auto
Pubblicato il 18 novembre 2018, alle ore 16:53

Mi piace
5
0
Bollo auto: il prezzo dipenderà dal consumo del veicolo dal 2019

Manca poco meno di un mese e mezzo circa per la fine dell’anno e le novità in vista del 2019 già bussano alla porta. Sergio Costa, ministro dell’ambiente, durante la firma per un accordo nell’ambito di migliorare la qualità dell’aria a Roma, ha anticipato alcune cose riguardo le nuove proposte di legge per il bollo auto a partire dal 2019.

Ciò che è stato affermato è che ci sarà una sorta di criterio, molto simile al bonus malus, per calcolare quanto pagare il bollo ogni anno.

Bollo auto: le proposte

Spiegando il funzionamento del bonus malus, per quanto riguarda i costi delle assicurazioni,  il Ministro ha affermato che lo stesso criterio sarà applicato al bollo. Per quanto riguarda l’assicurazione, il malus consiste nel fatto che se si fa un incidente, l’assicurazione aumenta, mentre se si è sempre prudenti, si ha uno sconto.

Il malus per quanto riguarda il bollo auto sarebbe l’alto tasso di inquinamento, mentre se l’auto è ecologica, il costo diminuisce. Cioè, l’importo da pagare è direttamente proporzionato al contributo della vettura a scaricare nell’aria l’anidride carbonica. Questa proposta potrebbe presentare un bivio con due soluzioni: maggiori emissioni e maggiori tasse, oppure maggior carburante consumato (quindi più chilometri percorsi con auto più datate) e maggior prezzo.

Con la seconda proposta si vuole abolire il bollo per chi non percorre chilometri con l’auto, ma con un aumento delle accise di 7 centesimi. Ciò significa che più carburante si consuma, più di inquina e più si paga. Mentre con la prima proposta, il Parlamento potrebbe obbligare le auto a montare un dispositivo che consente di misurare l’anidride carbonica emessa e quindi regolare il prezzo a secondo dei risultati.

Attualmente, il prezzo del bollo auto, dipende già dal tipo di motore: gli euro 6 pagano meno degli euro 5, che a loro volta pagano meno degli euro 4. Bisognerà vedere in che categoria rientreranno i veicoli elettrici, che al momento sono già esenti dal bollo auto, così come anche le vetture ibride, ovvero con la doppia alimentazione, una delle quali elettrica.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Una proposta molto interessante, anche perché dovendo montare un apparecchio a bordo dell'auto che consente di misurare, ad esempio il tasso di anidride carbonica rilasciato, nessuno può evadere il bollo. I veicoli elettrici potrebbero continuare a non pagare niente poiché non emettono anidride carbonica. Vedremo quale delle due soluzioni sarà adottata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!