Iscriviti

Autosalone di Francoforte: Hongqi stupisce con un suv elettrico e una hypercar ibrida

Day one per l'autosalone di Francoforte, che ha visto all'esordio, col proprio stand, anche il marchio premium Hongqi, con due veicoli lussuosi, rappresentati da un suv 100% green e da un'aggressiva hypercar elettrica.

Auto
Pubblicato il 12 settembre 2019, alle ore 18:52

Mi piace
8
0
Autosalone di Francoforte: Hongqi stupisce con un suv elettrico e una hypercar ibrida

A poche ore di chiusura da IFA 2019, la Germania torna protagonista sotto i riflettori mondiali, spostatisi da Berlino a Francoforte per l’apertura del Salone internazionale dell’auto, in corso di svolgimento dal 12 al 22 Settembre: tra i vari stand appena offertisi all’attenzione del pubblico, un deciso effetto “wow” è stato conseguito dalla cinese First Automobile Works – FAW – che, per l’occasione, ha esibito due creazioni del suo brand di lusso Hongqi, rappresentate da un Suv elettrico e da una hypercar ibrida. 

Il suv elettrico E115 Concept, accreditato di una guida autonoma di livello 4, oltre che di ben 600 km d’autonomia a singola carica, si mostra massiccio e imponente proprio come le lussuose limousine di rappresentanza che questo marchio, sin dal 1958, mette a disposizione dell’entourage del partito comunista cinese: onde attrarre, però, anche i gusti del pubblico occidentale, si è fatto ricorso alla mano fatata di Giles Taylor, con un passato da capo designer presso Rolls Royce, ottenendo in cambio un look decisamente avveniristico.

Il veicolo mostra frontalmente un naso pronunciato in quello che un tempo sarebbe stata una suggestiva mascherina verticale, ora ovviamente non più necessaria, se non per separare i gruppi ottici anteriori, in forma di sottili fessure a LED. A unificare l’insieme, da destra a sinistra, in basso, uno spoiler aerodinamico che, ai lati, va a inglobare le massicce prese d’aria.

Lateralmente, invece, gli spazi appaiono puliti dall’assenza degli specchietti laterali, sostituiti da apposite videocamere hi-tech, con solo una linea, quella della cintura, piuttosto alta, a collegare centralmente i suggestivi cerchioni cromati in lega. Sul retro, invece, con leggera sbavatura sui fianchi, fa mostra di sé un “boomerang” che va ad unire i gruppi ottici posteriori, di maggiori dimensioni.

Hongqi S9, invece, è una hypercar ibrida, forse con unità elettrica caricabile alla spina, di certo equipaggiata, nel 2020, quando dovrebbe entrare in produzione secondo la formula “limited edition”, con al centro un motore sovralimentato a benzina, V8 4.0, attrezzato per scaricare su strada, con picchi velocistici di 400 km/h, una potenza di 1.400 cavalli vapore, sprintando da 0 a 100 km/h in 1.9 secondi.

Il design prevede la forma a boomerang riprodotta sull’alettone posteriore, mentre due portiere ad ali di gabbiano consentono di entrare nel compatto abitacolo che, quasi rinunciando alla consolle intermedia, ospita due posti, fronteggiati da un oblungo display per la strumentazione (compresi i comandi per il cambio automatico) e l’infotainment, lasciando spazio a un volante in stile cloche per il conducente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il suv elettrico E115 ha forme, a mio avviso, un po' troppo da concept, da esercizio di stile: difficile che un prodotto del genere arrivi su strada con queste forme effettive. In ogni caso, sarà interessante appurare il mantenimento di dichiarazioni impegnative, come i 600 km d'autonomia e la guida autonoma di 4° livello: più affascinante si dimostra la hypercar Hongqi S9, elegante e sinuosa come una pantera pronta a scattare sulla sua vittima.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!