Iscriviti

Auto elettriche: è in Svezia la prima strada che ricarica le batterie delle automobili

Il tratto di strada inaugurato in Svezia permetterebbe, grazie ad un particolare binario, la ricarica delle automobili quando queste vi transitano sopra eliminando il problema dell'autonomia delle batterie.

Auto
Pubblicato il 14 aprile 2018, alle ore 01:30

Mi piace
8
0
Auto elettriche: è in Svezia la prima strada che ricarica le batterie delle automobili

La mobilità sostenibile è, specialmente al giorno d’oggi, una questione di fondamentale importanza. È evidente come i combustibili fossili rendano la qualità dell’aria particolarmente precaria e, nonostante le auto moderne riducano al minimo indispensabile l’inquinamento, è necessario avanzare sempre di più verso fonti di energia rinnovabile. Un tentativo di risolvere questo problema sono le auto elettriche, ossia autovetture aventi un motore elettrico e dei particolari accumulatori che garantiscono l’alimentazione dell’intero sistema.

Le auto elettriche, tuttavia, presentano un problema per certi versi simile a quello degli smartphone: l’autonomia. Esse, infatti, permettono di compiere un tragitto di appena un paio di centinaia di chilometri a carica completa e, se a questo si aggiunge la rarità delle colonnine per la ricarica, è evidente come, almeno per adesso, le stesse auto non siano ancora così appetibili. Una soluzione sono le cosiddette auto ‘ibride’, che hanno due motori: uno elettrico e uno a combustione.

Per risolvere questo grave problema, la Svezia potrebbe aver realizzato un’ottima soluzione utilizzando, in maniera intelligente, le strade. Quanto sperimentato dallo Stato nordico consiste in un binario elettrico impiantato al centro dell’asfalto, che permetterebbe la ricarica degli accumulatori delle automobili mentre le stesse sono in circolazione. Il tutto con un costo molto contenuto: si parla di circa 1000 euro per chilometro di strada (ben al di sotto, ad esempio, dell’esborso economico richiesto per costruire lo stesso percorso per un tram).

Al momento, la sperimentazione è stata completata in un piccolo tratto di appena 2 km poco fuori la città di Stoccolma. Tuttavia, il governo svedese ha già pensato ad un piano per eliminare quasi completamente i combustibili fossili entro il 2030 e, con ogni probabilità, questa tecnologia potrebbe rientrare tra le alternative possibili.

Per il momento, si tratta unicamente di un progetto allo stadio ‘beta’ e, per questo motivo, non ci sono modelli di autovetture adatte, né si sa quando una tale tecnologia potrà dilagare in tutte le strade d’Europa. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - L'invenzione proposta dalla Svezia rappresenta un passo fondamentale nello sviluppo delle energie rinnovabili. Ciò che pone un freno all'acquisto di un auto elettrica (oltre al prezzo importante) è proprio l'autonomia della batteria integrata, e una tecnologia tale ha le potenzialità per diffondersi a macchia d'olio. Restano da capire le tempistiche per rendere tutto operativo, e ciò comporta un impegno sia da parte dei governi, che dai produttori di automobili che dovranno adattarsi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!