Iscriviti

Arrivano le versioni ibride di Fiat Panda e Fiat 500

Dallo scorso 10 gennaio è possibile ordinare le versioni ibride delle due city car più popolari sul mercato italiano; il loro obiettivo dichiarato è garantire un taglio sia a livello di consumi che di emissioni.

Auto
Pubblicato il 15 gennaio 2020, alle ore 17:50

Mi piace
11
0
Arrivano le versioni ibride di Fiat Panda e Fiat 500

Se ne parlava già da diversi mesi, ma ora è ufficiale: Fiat Panda e Fiat 500 sono finalmente disponibili anche in versione ibrida. Ordinabili già dallo scorso 10 gennaio, le prime consegne delle due citycar più amate dagli automobilisti italiani sono previste a partire dal mese di febbraio, quando c’è da aspettarsi che in molti vorranno poter accedere ad una tecnologia capace di ridurre non solo i consumi, ma anche le emissioni allo scarico. 

Come già ventilato, per dar vita al primo ibrido leggero di casa Fiat, come motorizzazione si è scelto il Firefly da 3 cilindri con 70 cavalli di potenza. Quest’ultimo è stato accoppiato a un motore elettrico BSG (Belt integrated Starter Generator) da 12 volt, collegato a sua volta a una batteria al litio da 11 Ah di capacità.

Il sistema si rivela molto utile soprattutto nelle fasi di riavvio del propulsore, quando si può contare sull’energia accumulata durante frenate e decelerazioni. Dall’altra parte, il BSG oltre a ridurre le vibrazioni durante le fasi di start and stop, permette di spegnere il propulsore termico ad andature inferiori a 30 km/h: in questo caso spostando il cambio il folle, si attiva il “veleggiamento”, la modalità che di fatto alimenta tutti i sistemi di bordo grazie all’energia cinetica accumulata dal veicolo in movimento.

Pesante solamente 77 chilogrammi, il motore ibrido in dotazione a Panda e 500 è abbinato ad un nuovo cambio manuale a 6 rapporti con una sesta marcia lunga, progettata per ridurre il numero di giri alle andature autostradali. Con queste premesse è logico aspettarsi su entrambi i modelli un discreto risparmio di carburante, anche se le stime del 30% diffuse dal costruttore sembrano fin troppo ottimistiche per un’unità che non può marciare in modalità solo elettrica.

Esternamente i due modelli sono riconoscibili per la presenza di un logo a forma di H posto sui montanti delle portiere, al quale fa seguito la scritta “Hybrid” sul portellone posteriore. Inoltre, in ossequio alla sempre più imperante necessità di ridurre al minimo l’impatto ambientale, anche i sedili sono in parte realizzati con il filato Seaqual Yarn, ricavato da plastica riciclata per il 10% di origine marina e per il restante 90% da origine terrestre. Inoltre, per la prima volta in assoluto, Panda e 500 saranno disponibili in un’unica serie speciale che prende il nome di Hybrid Launch Edition, il cui prezzo di partenza è fissato a 10.900 euro.  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Finalmente, con un po’ di ritardo, anche in casa Fiat incominciano a convertirsi alla mobilità elettrica. Seppur proposte con un’unità mild-hybrid, Panda e 500 garantiranno qualche risparmio in fatto di consumi, anche se non bisogna certo aspettarsi nulla di particolarmente eclatante. L’ibrido leggero è stato più che altro studiato per ridurre lo sforzo del motore in fase di partenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!