Iscriviti

Alfa Romeo Stelvio by Romeo Ferraris: l’elaborazione tocca i 556 cv

Romeo Ferraris ritocca anche la Alfa Romeo Stelvio con un kit ad hoc per esaltare le doti sportive della Quadrifoglio e migliorare le specifiche tecniche anche di tutta la gamma, inclusi i motori 2.0 e 2.2.

Auto
Pubblicato il 7 gennaio 2019, alle ore 22:43

Mi piace
4
0
Alfa Romeo Stelvio by Romeo Ferraris: l’elaborazione tocca i 556 cv

Se 510 cavalli non bastassero su un suv come l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, Romeo Ferraris soddisferà il desiderio di avere più potenza. Con questa particolare elaborazione, l’auto raggiunge i 556 cv, con un aumento di 46 cavalli e la velocità massima tocca i 290 km/h, ben 9 km/h in più rispetto alla versione di serie.

Anche la coppia motrice subisce un aumento di 60 Nm e ciò comporta un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3.6 secondi, invece di 3.8 della Quadrifoglio di serie. L’elaborazione riguarda 3 aspetti fondamentali: la centralina, la meccanica e l’estetica e lo stesso tipo di elaborazione può essere apportato anche alla versione diesel e quella benzina meno performante.

Alfa Romeo Stelvio tuning: più potenza e più agilità

Partendo dalla 2.0 a benzina, la potenza passa da 200 a 246 cv, mentre la coppia da 330 a 400 Nm. Con queste modifiche, lo scatto da 0 a 100 km/h viene coperto in 6.2 secondi, invece di 7.2. Il guadagno di è circa un secondo. La velocità massima ha subito un incremento di 10 km/h, arrivando a 225 km/h. La versione 2.0 da 280 cv, invece, subisce un incremento di 33 cv e 58 Nm di coppia.

La versione turbodiesel da 2.2 litri è forse quella che guadagna di meno, ma d’altronde di parla di un motore non nato per avere specifiche sportive: l’auto recupera 31 cv, partendo dai 180 originali, e 50 Nm, con una velocità massima di 216 km/h. Con l’utilizzo dei kit distanziali, è stata allargata la carreggiata di 20 millimetri all’anteriore e 25 millimetri al posteriore e il guadagno ci ciò è una tenuta di strada decisamente migliore. 

Dal punto di vista estetico, la modifica è il cambio di colore: Romeo Ferraris ha optato per una tonalità diversa dal solito e molto azzardata. L’auto è stata wrappata con un Avery Color Flow, un colore che mischia il verde scuro, il bronzo, e il viola. Il colore cambia in base alla prospettiva dalla quale l’auto viene guardata. Sono stati cambiati alcuni componenti estetici, come le mascherine, gli specchietti, e le maniglie (cambiando il colore in carbonio bianco). Infine, ma non meno importante, è stato applicato un sistema di scarico omologato della Ragazzon, con doppia sonorità variabile con il telecomando dal guidatore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - L'unica cosa che mi lascia interdetto è il colore. Io amo il rosso Alfa e, dunque, se avessi la possibilità, mi farei modificare tutto, tranne il colore. Il quadrifoglio verde deve spiccare sul rosso sportivo della casa del Biscione. Le modifiche effettuate sono davvero ottime, inclusa quella dello scarico, che fa ancora un miglior rombo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!