Iscriviti
scrivi

Ford produrrà la prima auto ibrida per la polizia

Ford presenta la prima auto ibrida che verrà utilizzata dagli agenti di New York e Los Angeles. L’auto fa parte di un programma più ampio, grazie al quale nei prossimi cinque anni verranno lanciati altri 13 modelli ibridi.

Auto
Pubblicato il 11 aprile 2017, alle ore 19:07

Mi piace
14
Preferiti
0
Ford produrrà la prima auto ibrida per la polizia
Pubblicità

È risaputo che il mondo dell’auto stia attualmente attraversando una delicata fase di transizione che comporterà l’abbandono dei classici motori a combustione interna a tutto vantaggio della propulsione elettrica. La nuova era dell’auto passa però per i motori ibridi, capaci di poter combinare al meglio la presenza di entrambi i tipi di propulsore.

Inizialmente questa soluzione era appannaggio di una ristretta elitè di automobilisti, parliamo di pochi fortunati che potevano provare l’ebrezza della guida di quelle che erano considerate le auto del futuro. Ma a quanto pare questa nicchia si sta ultimamente sempre più allargando, arrivando a coinvolgere non solo i privati, ma anche le forze dell’ordine.

Ed è proprio per la polizia degli States che Ford ha realizzato la Ford Police Responder Hybrid Sedan. L’auto entrerà in servizio a New York e a Los Angeles, e permetterà di far risparmiare al contribuente a stelle e strisce migliaia di dollari di carburante.

Stando ai dati forniti dalla Ford, l’auto sarebbe in grado di percorrere 38 miglia con un gallone di carburante. Il che vuol dire che potrebbe garantire un’autonomia di 16 km con un litro di benzina. Rispetto alla comunissima Police Interceptor dotata di motore V6 da 3.7 litri, ipotizzando una percorrenza annua di 32.000 km, l’ibrida consentirebbe un risparmio di ben 3.900 dollari.

La Responder è costruita sulla base della Fusion, che altro non è che la nostra Mondeo. Il motore a benzina di 2 litri è abbinato ad un propulsore elettrico e a una batteria agli ioni di litio. In condizioni normali tale soluzione permette di poter spingere la vettura fino a 100 km/h senza alcun intervento del motore termico. Affondando del tutto il pedale del gas, si combina la massima spinta del motore termico ed elettrico, facendo così emergere in pieno le specifiche “pursuit” (da inseguimento) dell’auto.

Ma non è la sua unica peculiarità. Sono presenti anche freni rigenerativi oltre a pneumatici speciali e sospensioni rinforzate, tali da rendere possibile l’attraversamento dei binari del treno ad una velocità di 30 miglia orarie. Nel complesso l’auto è stata progettata per durare il doppio rispetto ad un’auto tradizionale.

Ford rinnova così la sua lunga collaborazione con le forze dell’ordine che risale addirittura ai tempi della Model T. A tal fine è sufficiente ricordare che ancora oggi la casa di Dearborn fornisce il 63% dei mezzi di servizio. Con il modello ibridio Ford permette così di adeguare le vetture ai nuovi standard tecnologici di mobilità. Quello dell’auto della polizia è però solo uno dei numerosi progetti per cui è previsto un investimento pari a 4,5 miliardi di dollari. L’intento è infatti quello di dare alla luce 13 nuovi modelli ibridi nei prossimi 5 anni.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Antonio Sorice - Ford continua la sua lunga collaborazione con le forze dell’ordine statunitensi fornendo quello che sarà il primo veicolo ibrido della polizia a stelle e strisce. Con quest’auto i cops d’oltreoceano saranno in grado di poter far fronte agli inseguimenti più spericolati a cui siamo spesso abituati ad assistere in televisione. La vettura combinerà il motore termico con quello elettrico, permettendo un notevole risparmio di costi per l’acquisto del carburante. Se il futuro è nell’elettrico, anche le forze dell’ordine non possono che adeguarsi dando per primi il buon esempio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!