Iscriviti

Wind Home: dopo le vacanze estive, ecco una spiacevole sorpresa per alcuni clienti

Wind, tramite il proprio sito web ufficiale, avrebbe annunciato l'arrivo di nuovi rincari che, a partire dal prossimo 5 Ottobre, interesseranno alcuni clienti di rete fissa. Ecco tutti i dettagli.

Internet e Social
Pubblicato il 26 agosto 2018, alle ore 11:28

Mi piace
3
0
Wind Home: dopo le vacanze estive, ecco una spiacevole sorpresa per alcuni clienti

Quando un gestore telefonico annuncia, mediante i propri canali ufficiali, l’aumento del canone di alcune sue offerte, tale scelta non è di buon gusto per la maggior parte dei clienti. Un qualunque cliente, quando appone la propria firma sul contratto di telefonia proposto da un gestore, ripone fiducia in quanto indicato nel contratto stesso sperando che, in tempi futuri, il corrispondente importo dovuto non subisca variazioni più o meno significative nel corso del tempo.

Diverse sono le motivazioni che possono spingere un operatore ad adottare dei rincari: alcuni esempi sono le mutate condizioni del mercato e investimenti volti a migliorare la qualità delle telecomunicazioni. Come avrete già intuito, oggi si parla di Wind che, non a caso, ha appena informato che alcune tariffe della telefonia di casa saranno erogate con un piccolo, ma pesante, rincaro.

Nello specifico, le offerte mobile non sarebbero toccate dalla modifica contrattuale. Stando a quanto emerso in una nota ufficiale, visualizzabile sul sito dell’azienda, Wind starebbe per applicare un aumento di 2,50 euro ad alcune tariffe di telefonia fissa, le quali entreranno in vigore a partire dal prossimo 5 Ottobre. Come precedentemente presupposto, non tutte le offerte ‘di casa’ subiranno questo aumento.

In linea generale, tale rimodulazione di contratto interesserà solamente le tariffe telefoniche stipulate con il brand Infostrada (precedenti al Settembre 2017), ora ribattezzato in Wind Home. Tra queste, poi, solo le offerte ADSL e Fibra FTTC saranno soggette a questa modifica contrattuale (le offerte Fibra FTTH, includendo anche quelle vendute sotto il brand Infostrada, dovrebbero ‘salvarsi’ da tale aumento).

Come previsto dalla legge, inoltre, tutti coloro che non approvassero tale modifica potranno, senza dovere alcuna cifra all’operatore di telefonia, recedere gratuitamente dal contratto. Tale scelta, però, non può essere compiuta in qualsiasi momento. In accordo con la legge, il cliente possiede tale facoltà fino al giorno prima della data di entrata in vigore della modifica contrattuale (pertanto, sarà possibile recedere dal contratto fino al 4 Ottobre prossimo).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - Il rincaro di alcune tariffe di telefonia fissa di Wind non corrisponderà, con ogni probabilità, ad una maggiore fidelizzazione dei propri clienti. Le rimodulazioni di contratto, specie in questo ultimo periodo, non sono ben viste e, pertanto, gli operatori farebbero bene a prestare attenzione prima di applicare tali modifiche. Fortunatamente, però, è possibile recedere gratuitamente dal contratto, in accordo con quanto previsto dalla legge italiana.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!