Iscriviti

Twitter posizionerà le notizie in cima al NewsFeed, e vieterà le pubblicità di criptomonete

Nell'ambito del processo di cambiamento che sta attraversando, le prossime tappe della mutazione twitteriana potrebbero riguardare la messa in evidenza delle notizie, in cima al NewsFeed, e una policy restrittiva contro la pubblicità delle valute digitali.

Internet e Social
Pubblicato il 19 marzo 2018, alle ore 17:47

Mi piace
8
0
Twitter posizionerà le notizie in cima al NewsFeed, e vieterà le pubblicità di criptomonete

Twitter, la piattaforma di microblogging di Jack Dorsey, è impegnata da tempo in un processo di cambiamento volto a renderne più attrattiva l’esperienza d’uso per i propri attuali utenti, e per eventuali nuovi iscritti. A tal fine vanno ascritti alcuni recenti test, relativi alla messa in evidenza delle notizie, e la probabile decisione di vietare ogni pubblicità afferente le criptovalute. 

Come noto, Facebook – dopo aver scisso il suo NewsFeed, varando la sezione secondaria “Esplora” – ha deciso di creare nuovamente uno stream unico dei contenuti, mettendo – però – in primo piano quelli provenienti da amici, conoscenti, e familiari, a scapito di quanto postato da editori e creativi di professione, retrocessi in secondo piano.

Twitter, invece, avrebbe intenzione di fare l’esatto opposto, almeno secondo un’intervista rilasciata dal vice presidente della piattaforma, Keith Coleman, al portale BuzzFeed, nella quale è stato ammesso l’avvio di un test che coinvolgerebbe un ristretto numero di utenti in possesso di device Android e iOS: secondo il portavoce, Twitter – in occasione di alcuni eventi particolari – posizionerà in cima al NewsFeed pertinenti notizie o breaking news (flash dell’ultim’ora) quasi a costituire una sezione a se stante, in modo da offrire agli utenti un modo più agevole per reperire le informazioni di cui abbisognano.

Il test, che ha già avuto un primo riscontro in occasione della morte dell’astrofisico Stephen Hawking, prevederà all’inizio l’intervento umano e, solo in seguito, l’uso di un algoritmo nella selezione delle notizie.

A quel punto, tale novità potrebbe trovarsi a regime assieme ad una nuova policy – restrittiva (al pari di quelle già varate da Google e Facebook) – che Twitter starebbe studiando a proposito delle criptomonete. Alexander J Martin, del portale SkyNews, ha anticipato, l’ipotesi (non confermata ai colleghi di Engaged dai vertici aziendali) in base a cui, nelle prossime 2 settimane, potrebbero sparire – con l’eccezione di alcuni portali ritenuti affidabili – tutte le pubblicità riguardanti il mondo delle valute digitali, dai servizi per “minarle”, ai portafogli (wallet) per conservarle, senza dimenticare le ICO, ovvero quelle campagne di crowdfunding in cui le start-up emettono moneta virtuale in cambio di finanziamenti (reali) ai loro progetti in divenire. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Qualche giorno fa, ho letto la notizia secondo cui - per uno studio del MIT - le bufale che arrivano su Twitter circolano più velocemente delle altre notizie, con una maggiore probabilità (del 70%) d'esser condivise: se ciò fosse vero, si spiegherebbe come la piattaforma di microblogging, intenzionata a porre particolare attenzione sulle notizie, abbia in cantiere anche una policy restrittiva verso quelle pubblicità, spesso ingannevoli e/o truffaldine, inerenti la nuova Eldorado delle monete 2.0.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!