Iscriviti

Una donna versa acqua e candeggina sulle parti basse degli uomini per “protesta”

La protesta di una ragazza russa è davvero singolare: ecco cosa ha deciso di fare per contrastare gli uomini che stanno seduti con le gambe aperte!

Video incredibili
Pubblicato il 28 settembre 2018, alle ore 11:58

Mi piace
0
0
Una donna versa acqua e candeggina sulle parti basse degli uomini per “protesta”

Le femministe, da sempre, si battono per avere ‘uguali diritti’. Ma nell’era dei social arrivano anche delle proteste che sanno di esibizionismo. Facciamo un’altra premessa: nei mezzi pubblici di tutto il Mondo esiste un fenomeno che si chiama ‘manspreading’.

È difficile tradurlo in Italiano in una sola parola. Per farvi capire, fanno ‘manspreading’ gli uomini che nei mezzi pubblici allargano le proprie gambe per stare più ‘comodi’. Ebbene, un’attivista russa odia profondamente questa abitudine e ha deciso di scoraggiare gli uomini che ce l’hanno versando del liquido sulle loro parti intime. Sì, avete capito bene.

Anna Dovgalyuk, 20enne studente di legge ha realizzato un video in cui, sui mezzi pubblici di San Pietroburgo (Russia) versa un misto di acqua e candeggina sulle ‘parti basse’ degli uomini seduti con le gambe molto larghe. Oggettivamente parlando, gli uomini che occupano due posti sono fastidiosi. Ma da qui a gettargli la candeggina sui pantaloni ce ne passa.

C’è chi ha apprezzato il gesto dell’attivista e chi ha provato a spiegare come, spesso, non sia maleducazione ma un’esigenza fisica. “Mettiamo le nostre gambe così perché è scomodo chiuderle, a causa dei testicoli” ha spiegato un utente che ha commentato il video. In effetti, per le donne stare sedute con le ginocchia ‘chiuse’ non è affatto un problema, per molti uomini sì.

I testicoli ‘compressi’ non sono una bella sensazione. Poi ci sono le parole della femminista, che spiega come secondo lei il ‘manspreading’ sia un atto di ‘aggressione di genere’. “Gli uomini che mettono in bella mostra la loro mascolinità in pubblico, dove ci sono anche donne e bambini, meritano una condanna”.

Ecco perché nel giro di qualche ora ha ‘colpito’ ben 70 uomini che sedevano in quella posizione per lei ‘inaccettabile’ sulla metro di San Pietroburgo. In totale ha utilizzato 30 litri d’acqua e 6 di candeggina. Il video è stato visualizzato più di 3.3 milioni di volte su YouTube.

Ma la cosa a suo modo interessante è che solo 2.900 hanno messo ‘Mi Piace’, mentre ben 63.000 hanno messo in pollice in giù. Segno che, per quanto il ‘manspreading’ non sia una gioia per gli occhi, punirlo versando acqua e candeggina sugli uomini che lo fanno non è la ‘soluzione’ giusta.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!