Iscriviti

"The Good Doctor": il buono e geniale Dott. Murphy, affetto da autismo, conquista i cuori di 5 milioni di telespettatori

La prima puntata della serie tv "The Good Doctor" ha permesso a Rai 1 di conquistare la sfida degli ascolti, raggiungendo un record eccezionale. Più di 5 milioni di telespettatori sono rimasti entusiasmati nel seguire le avventure del geniale dottor Murphy.

Televisione
Pubblicato il 20 luglio 2018, alle ore 10:22

Mi piace
9
0
"The Good Doctor": il buono e geniale Dott. Murphy, affetto da autismo, conquista i cuori di 5 milioni di telespettatori

Debutto eccezionale per la prima puntata della serie televisiva americana “The Good Doctor”, in onda da martedì 17 luglio 2018 su Rai 1, che è riuscita a raggiungere un record eccezionale conquistando il 27,8% di share cosi da sbaragliare la concorrenza. Sono stati più di 5 milioni e mezzo i telespettatori che sono rimasti incollati davanti allo schermo per seguire l’entusiasmante e tenera avvenuta del Dott. Shaun Murphy, affetto dalla Sindrome di Savat, alle prese con una spietata competizione tra i piani alti del prestigioso dipartimento di chirurgia del San Jose St. Bonaventure Hospital.

Shuan Murphy è un personaggio a cui lo spettatore si affeziona immediatamente perché emoziona fin da subito, entrando facilmente nel cuore del vasto pubblico. Il giovane specializzando ha una sofferta e dolorosa storia familiare che lo porta a ricordare momenti molti tristi della sua tragica infanzia. Nonostante tutto il tenero Shaun riesce a trarre, da ogni pensiero ed evento negativo, sempre una grande forza per andare avanti più forte di prima. La sua “diversità” lo porta ad essere il facile mirino di chi vive di pregiudizio cosi da ostacolarlo nella sua carriera professionale ma il caparbio e talentuoso dottore riesce attraverso le sue speciali abilità a decretare prognosi impeccabili, prima di altri medici cosi da contribuire enormemente a salvare la vita di molte persone.

L’attore protagonista che riveste questo speciale ruolo è Freddie Highmore, famoso per molte altre pellicole cinematografiche, che è riuscito con grande successo a interpretare il “volto della diversità” cosi da dimostrare che “le disabilità non limitano, ma possono diventare una possibilità in più”. La sua interpretazione è stata molto apprezzata dalla critica internazionale tanto da aggiudicarsi un Golden Globe  come “Miglior attore di una serie televisiva drammatica”.

La prima stagione di “The Good Doctor” è composta da 18 episodi divisi in sei puntate e la sua prima apparizione è avvenuta in America conquistando l’attenzione di 11,22 milioni di spettatori superando le aspettative di altre storiche serie televisive come “Grey’s Anatomy” e “The Big Bang Theory”. 

Molti sono i discorsi di notevole impatto emotivo presenti nei vari episodi, parole che entrano dolcemente nel cuore lasciando un segno indelebile. Tra i dialoghi più profondi, affinché si possa combattere il pregiudizio verso la diversità e disabilità, troviamo il discorso di Shaun in cui motiva il suo desiderio di diventare chirurgo: “Il giorno in cui la pioggia profumava di gelato, il mio coniglietto è andato in paradiso davanti ai miei occhi. Il giorno in cui i tubi di rame del vecchio palazzo puzzavano di cibo bruciato, mio fratello è andato in paradiso davanti ai miei occhi. Non sono riuscito a salvarli. E’ triste!. Nessuno dei due ha avuto la possibilità di diventare adulto. Loro sarebbero dovuti diventare adulti. Loro avrebbero dovuto avere figli e li avrebbero amati. Io voglio dare questa possibilità alle altre persone. E voglio guadagnare un sacco di soldi per comprarmi una televisione”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano La Rocca

Gaetano La Rocca - "The Good Doctor" è una serie televisiva straordinaria dove si evince la voglia di combattere e contrastare il pregiudizio verso la diversità e verso qualsiasi forma di disabilità. Credo che nel mondo dovrebbero esserci moltissime persone come Shaun Murphy, che lotta per realizzare il suo sogno e che convive brillantemente con il suo "essere speciale", e penso che dovrebbero esistere moltissime altre persone come il Dr. Glassman per offrire opportunità a chi la società impone un limite facendoli sentire sempre in svantaggio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!