Iscriviti

Striscia la Notizia, Raffaella Carrà attacca: "Per le istituzioni italiane sono un milite ignoto"

Duro affondo contro le istituzioni da parte della showgirl e cantante Raffaella Carrà, che lamenta nel corso dell'ultima puntata del tg satirico di essere stata completamente dimenticata: ecco le sue parole.

Televisione
Pubblicato il 16 ottobre 2018, alle ore 10:49

Mi piace
6
0
Striscia la Notizia, Raffaella Carrà attacca: "Per le istituzioni italiane sono un milite ignoto"

Nel corso dell’ultima puntata del tg satirico di Antonio Ricci “Striscia La Notizia” – mandata in onda lunedì 15 ottobre su Canale 5 – ha destato molto clamore il Tapiro d’oro che stavolta Valerio Staffelli ha recapitato alla mitica showgirl, cantanta e attrice Raffaella Carrà, osannata dalle istituzioni spagnole, ma completamente dimenticata in patria. 

Sembra proprio che la Carrà sia attapirata in questo periodo, infatti sabato 13 ottobre, all’Auditorium di Roma,la showgirl è stata insignita a nome di Re Felipe VI di Spagna dell’onorificenza di Dama al Orden del Mérito Civil – una delle più alte onorificenze spagnole – in quanto icona di libertà.

Raffaella Carrà dimenticata dalle istituzione italiane

Come spesso accade in Italia, personaggi molto noti del nostro Paese sono completamente dimenticati in vita, se non poi essere ricordati solo quando sono ormai passati a miglior vita. Un esempio tra tanti anche Fabrizio Frizzi, che solo dopo la sua scomparsa ha ricevuto il giusto riconoscimento. Ed è per questo che l’inviato di “Striscia la Notizia” ha portato il “Tapiro d’oro” alla Carrà, che ha replicato: “È un premio che mi ha fatto particolarmente piacere“.

La celebre cantante e showgirl dopo i doverosi ringraziamenti però passa all’attacco dicendo: “Per le istituzioni italiane sono invece un milite ignoto“. Parole forti che hanno suscitato l’immediata reazione di Staffelli che ha quindi lanciato in diretta un appello al Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella.

Un’iniziativa però che non è stata presa bene dalla Carrà che zittice il suo interlocutore dicendo: “Non devi chiedere niente a nessuno. Il bene che mi vuole la gente è il riconoscimento più grande“. Le parole della Carrà sono state anche oggetto di discussione a “La Vita in diretta” dove il giornalista e scrittore Luca Bianchini commenta: “La regina si sente un po’ sola perché è un po’ permalosa. In questo periodo che la vediamo meno ha bisogno di riconoscimenti“. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Ha ragione raffaella Carrà, ma il Presidente Sergio Mattarella che fa? Mi sembra incedibile che si dia il cavalierato a persone quasi sconosciute ai più e non si sia pensato di dare una onorificenza anche alla mitica showgirl che ha dato tanto alla televisione e alla musica italiana, possibile che ci si ricordi sempre dei grandi personaggi solo dopo la loro scomparsa?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!