Iscriviti

Storie Italiane, la parole di Patrizia De Blanck sulla legittima difesa: "Meglio un bel processo che un bel funerale"

Le parole shock sulla legittima difesa della contessa Patrizia De Blank nel salotto di Eleonora Daniele a "Storie Italiane" stanno facendo molto discutere: ecco i dettagli.

Televisione
Pubblicato il 21 settembre 2018, alle ore 18:19

Mi piace
4
0
Storie Italiane, la parole di Patrizia De Blanck sulla legittima difesa: "Meglio un bel processo che un bel funerale"

La contessa Patrizia De Blanck è stata ospite della puntata di venerdì 21 settembre di “Storie Italiane”, il programma di approfondimento di Eleonora Daniele, dove – tra le tante cose – si è parlato anche di un tema molto delicato e che sta molto a cuore degli italiani cioè quello della legittima difesa.

In questa occasione la nobildonna romana ha reso delle dichiarazioni che stanno facendo molto discutere e  che ha davvero lasciato tutti senza parole. La De Blanck ha svelato che dopo aver subito tre furti in casa, temendo per l’incolumità della figlia Giada e della sua persona è ricorsa ai ripari acquistando un’arma da fuoco. 

Patrizia De Blanck e la legittima difesa

La nobildonna romana si sa che non ha mai avuto tanti peli sulla lingua, e anche in questa occasione ha detto la sua sul delicato argomento che tanto sta a cuore a milioni di italiani, cioè quello della sicurezza e della possibilità di poter sparare ai malintenzionati per difendere se e la propria famiglia. 

L’ex naufraga de “L’Isola dei Famosi” che ormai tanto spesso ritroviamo in tv come opinionista ha anche rivelato di aver ricevuto già ben 3 volte in passato la visita dei ladri, cosa che l’ha spaventata molto. Da qui la decisione di prendere il porto d’armi per difendere personale. “Ho preso un’arma per difendermi” – dice la De Blanck per poi aggiungere – “Mi hanno rubato per 3 volte in casa e piuttosto che stare a casa ad avere paura sono andata al poligono ad allenarmi e poi ho preso il porto d’armi

La De Blanck quindi appartiene a quella parte di italiani che vedono nella legittima difesa una conditio sine qua non, da cui non si può prescindere se si vuole vivere sereni in casa propria, poi ha concluso: “Bisogna avere modo di difendersi” – quindi – “Meglio un bel processo che un bel funerale, la vita è una“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Anch'io sono favorevole alla legittima difesa. Le persone che demonizzano questa cosa o sono alieni a questo mondo oppure vivono una realtà a parte, dove non esiste violenza e la vita è tutta dipinta di rosa. Insomma, non possiamo farci ammazzare dentro le nostre case dai ladri perché non c'è una legge in Italia che ci autorizzi a sparare per difenderci.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!