Iscriviti

Sanremo Giovani, conducono Pippo Baudo e Fabio Rovazzi

Il 20 e 21 dicembre dal Teatro del Casinò di Sanremo parte l'evento Sanremo Giovani. Pippo Baudo e Paolo Rovazzi sono chiamati a lavorare in sinergia. Li attendiamo su Rai Uno.

Televisione
Pubblicato il 13 novembre 2018, alle ore 10:44

Mi piace
11
0
Sanremo Giovani, conducono Pippo Baudo e Fabio Rovazzi

Pippo Baudo e Paolo Rovazzi, presenteranno Sanremo Giovani. I loro nomi sono stati resi noti ieri. Secondo alcuni, i due rappresentano una “strana coppia“, che metterà insieme vecchie e nuove generazioni. Avremo modo di apprezzarli il 20 e 21 dicembre, su Rai Uno che trasemtterà l’evento in diretta dal Teatro del Casinò di Sanremo.

Sono affidate a Baudo e Rovazzi le due serate dedicate a scoprire quali saranno le giovani promesse atte a partecipare alla prossima edizione del Festival di Sanremo 2019, che per il secondo anno consecutivo è condotto da Claudio Baglioni. E’ questa la prima volta che Sanremo Giovani promuove direttamente due giovani promesse sul palco del Teatro Ariston.

Sono due le serate in cui 24 artisti si presenteranno alla gara, solo due di questi saliranno sul palco dell’Ariston. Prima di giungere ai 24 finalisti del 20 e 21 dicembre, ci saranno altri 4 appuntamenti, dal 17 al 20 dicembre, a condurli Luca Barbarossa, cantautore e conduttore radiofonico, allo scopo di selezionare i concorrenti. Anche questa parte di programma verrà trasmessa su Rai Uno, ma con orario pomeridiano, alle 17:45.

La Commissione musicale presieduta da Claudio Baglioni è già al lavoro per valutare i primi 69 artisti selezionati. I nomi dei 24 finalisti di Sanremo Giovani saranno resi noti il 27 novembre.

Radio2, riconosciuta come radio ufficiale del Festival, ha ancora una volta l’onore di trasmettere in diretta il programma Sanremo Giovani dal Teatro Casinò. Tamara Donà e Melissa Greta Marchetto condurranno la trasmissione offrendo la possibilità a tutti di seguire e giudicare da subito le voci delle promesse al Festival di Sanremo 2019.

Pippo Baudo intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni ha affermato: “Non conoscevo Rovazzi, anche se i miei nipoti mi hanno parlato molto di lui”. E’ chiaro che vecchie e nuove generazioni sono messe insieme in questa “strana coppia“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Vedo buona la scelta dei due conduttori così diversi nel tempo, anche se ritengo che nel mondo dello spettacolo sia difficile restare "indietro", "fermi" nel tempo. O corri, o ti fermi. O ti metti dentro, o stai fuori. Il telespettatore può spegnare la tv e andare a letto, girare canale... tutte le volte che un programma non gli piace, non così per chi vuol "lavorare" nello spettacolo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!