Iscriviti

Sanremo 2018: la lettera di Pippo Baudo conquista i telespettatori

Pippo Baudo, con una lunga lettera, parla del Festival di Sanremo e dei suoi primi anni di carriera, conquistando con le sue parole il pubblico.

Televisione
Pubblicato il 8 febbraio 2018, alle ore 09:46

Mi piace
3
0
Sanremo 2018: la lettera di Pippo Baudo conquista i telespettatori

Claudio Baglioni, con un filo di commozione, presenta Pippo Baudo sul palco dell’Ariston. Il cantante nato a Militello in Val di Catania ha presentato per ben 13 volte l’edizione di Sanremo. Il suo esordio fu il 1958, ben 60 anni fa.

La lettera di Pippo Baudo inizia col dichiarare che lui ha conosciuto Sanremo nel 1958 , con suo padre che aveva ceduto alle insistenze di sua madre comprandole una televisione. L’impatto per lui fu devastante e immediatamente pensò che doveva condurre almeno un’edizione del Festival.

Il conduttore Pippo Baudo parla anche delle sue scoperte: Laura Pausini, e cita la sua canzone “La Solitudine”, che aveva partecipato al Sanremo del lontano 1993. Dopo la cantante di Faenza, Baudo si prende anche i meriti di aver scoperto, insieme al maestro Pippo Caruso, Giorgia Todrani: “Venne qui a Sanremo con ‘E poi’ nelle nuove proposte e poi vinse Sanremo con ‘Come Saprei”. Infine, rivela di aver scoperto anche Eros Ramazzotti.

Durante la lettera, Pippo Baudo augura anche il meglio a Claudio Baglioni, rivelando che lui una sua edizione ha battuto il record del 74% di share e un picco di 17 milioni di spettatori, ma rivela che: Caro Claudio questo record tu lo batterai, e sono contento.

Infine, parla anche degli ospiti internazionali che ha ospitato durante i suoi 13 anni di Sanremo, e saluta la kermesse a modo suo: “Caro Sanremo sei stato veramente buono con me perché sono stato accanto a tanti personaggi che mai avrei pensato di avvicinare su questo palcoscenico: Madonna, Sharon Stone, che ho anche baciato… Whtiney Houston e Bruce Springsteen. Adesso io devo andare, devo lasciarti, però devo dirti che molta parte della mia vita artistica la devo a te”

Il pubblico ha molto apprezzato le parole di Pippo Baudo, e dopo un monologo di circa dieci minuti, tutti si alzano in piedi per applaudire un mostro sacro della televisione italia. Anche i social sono impazziti per il conduttore siciliano, ed i commenti sono quasi tutti positivi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Pippo Baudo condurrebbe Sanremo anche ora. E' incredibile vedere, negli occhi di un uomo di 81 anni, una commozione così grande nel parlare di una trasmissione televisiva. Sono convinto che lui si sentirà sempre in debito con la kermesse italiana, che gli ha dato tanto. Bisogna però dire che anche Baudo ha dato tanto per il Festival, scoprendo talenti che ancora oggi sono in circolazione

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!