Iscriviti

Sanremo 2018, ecco la tragica leggenda alla quale si è ispirato Max Gazzè

In molti si sono chiesti il significato della canzone di Max Gazzè, "La leggenda di Cristalda e Pizzomunno". Ecco la leggenda alla quale si ispira la canzone.

Televisione
Pubblicato il 9 febbraio 2018, alle ore 16:31

Mi piace
11
0
Sanremo 2018, ecco la tragica leggenda alla quale si è ispirato Max Gazzè

Max Gazzè, in gara quest’anno al Festival di Sanremo, porta sul palco dell’Ariston un’antica leggenda diventata canzone. Una leggenda molto romantica, della quale Max Gazzè è rimasto affascinato talmente tanto da volerla riportare all’interno del suo brano. Il risultato è una canzone che sembra quasi una poesia, in grado di incantare chiunque.

La leggenda è quella di “Cristalda e Pizzomunnu”, dal quale il nome prende la canzone, e che si riferisce ad una tragica storia d’amore accaduta a Vieste, città pugliese famosa per il suo mare cristallino.

A Vieste, viveva Pizzomunno, un giovane e bel pescatore del quale si innamoravano tutte le donne, anche le sirene che vivevano infondo al mare di Vieste. Ma Pizzomunno era già innamorato di Cristalda, una bella ragazza dai lunghi capelli biondi, che corrispondeva il suo amore. Il giovane Pizzomunno era molto innamorato della sua Cristalda, e le era sempre fedele, anche quando in mare le sirene cercavano di sedurlo e lusingarlo. Le sirene gli promettevano di esudire ogni suo desierio, se solo lui avesse accettato di seguirle.

Ma il bel pescatore non faceva altro che rifiutare poichè innamorato della sua Cristalda, facendo aumentare l’ira delle sirene, che un giorno decisero di vendicarsi e punirlo duramente. Rapirono la giovane Cristalda, legandola con delle catene e portandola in fondo al mare. Pizzomunno cercò invano di salvarla, ma non ci riuscì. Rimase quindi immobile dal dolore, di fronte al mare sperando di rivedere la sua amata, e lentamente si trasformò in uno scoglio. Quest’enorme scoglio bianco è diventato il simbolo della spiaggia di Vieste, e da sempre affascina tutti coloro che conoscono la leggenda.

Sempre secondo la leggenda, ogni 100 anni, esattamente il 15 di Agosto, Cristalda e Pizzomunno tornano alle loro sembianze umane, per vivere di nuovo la loro storia d’amore. Un dolcissimo momento che però dura soltanto fino all’alba.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ivana Currao

Ivana Currao - Onestamente all'inizio avevo sottovalutato la canzone di Max Gazzè, giudicandola troppo lenta e troppo "da fiaba" per partecipare al Festival di Sanremo. Poi l'ho risentita meglio, ho ascoltato bene le parole e mi sono informata sulla leggenda alla quale si è ispirata. Adesso me ne sono innamorata, è bellissima e molto dolce.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!