Iscriviti

Novità e conferme per la terza stagione di “Stranger Things”

Il producer Shawn Levy svela novità, smentite e conferme per la terza stagione di “Stranger Things”: arrivano 3 nuovi personaggi e si fa luce su alcuni rapporti.

Televisione
Pubblicato il 27 febbraio 2018, alle ore 19:14

Mi piace
8
0
Novità e conferme per la terza stagione di “Stranger Things”

La fortunata serie Stranger Things ha messo in cantiere la terza stagione che però non approderà su Netflix prima del 2019. La seconda stagione trasmessa lo scorso ottobre ha battuto il record di visualizzazioni diventando lo show più visto di Netflix e ricevendo il plauso della critica. Il numero di fan è notevolmente cresciuto e l’attesa per il terzo capitolo è di oltre un anno. Ma ecco che iniziano a trapelare delle novità che potranno rendere più sopportabile l’attesa.

Le prime indiscrezioni arrivano dal produttore Shawn Levy che, parlando con Glamour, suggerisce un radicale cambio di prospettiva. La storia infatti non sarà più incentrata su Will Byers:Daremo una pausa a Will” ha detto il produttore: “Non faremo passare l’inferno a Will per la terza stagione consecutiva”. Continua poi affermando che il piccolo protagonista, interpretato magistralmente da Noah Schnapp, avrà un ruolo attivo e affronterà altre situazioni ma senza raggiungere il dramma delle serie precedenti. 

Ci saranno nuove minacce ancora sconosciute. Levy infatti lascia intendere che la nuova stagione vedrà l’introduzione di nuove forze del male. Il numero di episodi sembrerebbe essere confermato come 8 o 9, il produttore infatti dichiara: “Sarà una stagione di otto o nove episodi. Il numero di episodi sarà dettato dalla quantità di storie che ci emozionano. Per ora sappiamo cosa succederà nella stagione 3 ad ogni personaggio. ” Infine ha confermato un approfondimento della relazione fraterna tra Steve e Dustin. 

Altre novità ci arrivano da That Hastag Show che svela l’arrivo di tre nuovissimi personaggi i quali nomi però non sono stati confermati. Il primo è il Sindaco Larry Kline e viene descritto come il classico politico in stile anni ’80. Aspetto patetico e guidato dagli interessi personali, un personaggio poco positivo insomma. Per interpretarlo lo studio sta cercando un uomo tra i 40 e i 60 anni. Il secondo personaggio è Bruce, un giornalista cinquantenne eticamente compromesso. La sua descrizione non è tanto più positiva del sindaco, viene infatti definito sessista, sporco e sovrappeso.

Il terzo personaggio si chiama Patricia Brown, al contrario dei primi due sembra svolgere un ruolo più positivo in quanto viene descritta come una dolce anziana di quartiere, spesso alle prese con il suo giardino. Per questo personaggio lo studio cerca una donna sui 70 anni. I fan della serie sono già partiti con ipotesi e previsioni che vedrebbero proprio questa signora svolgere un ruolo chiave o in stretta connessione con il Sottosopra (Upside Down).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lorenzon

Chiara Lorenzon - Un'attesa infinita quella dei fan di Stranger Things. Dopo l'uscita della seconda stagione dovremo aspettare più di un anno per vedere il terzo capitolo della saga. In ogni caso sembra che i creatori della serie abbiano ancora parecchi assi nella manica da giocare e i presupposti ci sono tutti. Rimaniamo tutti in attesa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!