Iscriviti

Maurizio Costanzo Show: tra gli ospiti Fiorello e Paola Turci, Raz Degan si infuria

Ieri è andata in onda la puntata del Maurizio Costanzo Show: Fiorello, Raz Degan, Paola Turci, il farmacista Lemme - quello che ha fatto scappare Nancy Coppola - il mago Otelma, un marchettaro, Giancarlo Governi, Gessica Notaro e la sua storia straziante.

Televisione
Pubblicato il 21 aprile 2017, alle ore 11:50

Mi piace
11
0
Maurizio Costanzo Show: tra gli ospiti Fiorello e Paola Turci, Raz Degan si infuria
Pubblicità

La prima puntata del nuovo ciclo del Maurizio Costanzo, andata in onda ieri sera, ha mostrato come anche un ospite come Fiorello non possa supplire al trash invasivo che deturpa la televisione: Costanzo rende l’ospitata di Fiorello una semplice rimpatriata tra amici, sprecando un’occasione.

Rosario sembrava esser presente solo per una sorta di debito di riconoscenza per l’anchorman con il quale, qualche tempo fa, non sono mancate incomprensioni pubbliche, dividendo il palco con personaggi del calibro di Lemme, di Otelma, di un “marchettaro”: con Raz Degan è parso molto divertito, e parallelamente l’israeliano è parso a suo agio solo durante le chiacchere e le battute dello show man.

Il divertente e allucinato contrasto cercato fra gli ospiti, alternato dalla serietà del racconto di Gessica Notaro, poteva potenzialmente risultare ad effetto: il risultato sono stati un grumo di schiamazzi prevedibili, Otelma perso in se stesso e nei rituali che non fanno più ridere nessuno, il marchettaro dall’allure squallido, una sorta di grigio bancario.

Al centro Gessica Notaro, la 27enne di Rimini aggredita e deturpata con l’acido dall’ex fidanzaro Eddy Tavares. che giustamente ha fatto vedere il suo volto, le conseguenze di quel gesto terribile che le ha cambiato la vita: l’argomento è stato trattato solo emozionalmente con la telefonata ruffiana richiesta da Costanzo al ministro Orlando, una sorta di acchiappavoti.

Il Maurizio Costanzo show dei bei tempi era in grado di mescolare eccessi e serietà, alti e bassi mantenendo uno stile godibile. Raz Degan è parso smarrito nel contesto, sempre in procinto di voler dire qualcosa che avesse un minimo di concretezza, incastrato fra le urla del farmacista/dietologo/cazzaro Lemme e “i maghi” Otelma. Il giornalista, scrittore e autore tv Giancarlo Governi sullo sfondo, quasi isolato.

Alla fine, in una sorta di delirio, è esploso in grida, cantando per sedare il marchettaro che stava raccontanto il contenuto del suo avvincente libro, per poter parlare della Earth Day (Giornata della Terra) la più grande manifestazione ambientale del pianeta che coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile.

Raz è parso notevolmente infastitdito dal tono becero e squallido di alcuni protagonisti del palco, arrivando a sentenziare che le loro parole vuote fanno una sorta di lavaggio del cervello agli spettatori, non riuscendo ad instillare un pensiero autentico, un messaggio vero.

Voleva parlare di Pachamama e senza scarpe a gambe incrociate con la sua bandana, facendo a gomitate fra i berci, l’ha fatto, seguendo il suo stile, condivisibile o meno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - La sensazione generale è stata di assistere ad una copia sbiadita e misera del vecchio Maurizio Costanzo Show: il conduttore perso in un biascichìo incomprensibile, in risatine isteriche sul marchettaro di turno, facendo reggere lo show a Fiorello che ci ha condotto, con la sua ironia, ad un livello sostenibile. Tutto già visto, trash clone di stanchezze televisive quotidiane.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!