Iscriviti

Marisa Laurito si scaglia contro la televisione del dolore: “È una gran porcata”

Marisa Laurito, scomparsa dalle scene dopo un lungo periodo di popolarità, sta per rimettersi in gioco con un programma alla radio. Per l’occasione oltre a descrivere la nuova avventura, ha anche esternato la sua opinione sulla televisione di oggi.

Televisione
Pubblicato il 5 ottobre 2018, alle ore 16:51

Mi piace
17
0
Marisa Laurito si scaglia contro la televisione del dolore: “È una gran porcata”

Dopo un lungo periodo di assenza, Marisa Laurito è pronta a tornare nel mondo dello spettacolo. Volto noto della televisione degli anni ’80 e ’90, ha ora deciso di sbarcare su Radio 2 dove prenderà parte al programma Me Anziano YouTubers. Qui avrà modo di approfondire il confronto generazionale tra giovani e anziani: la 67enne showgirl ci sta però a precisare di non sentirsi affatto anziana, ma lascia comunque la possibilità a Claudio Di Biagio e Federico Bernocchi – i suoi compagni di viaggio di questa avventura radiofonica – di poterla chiamarla “Anzi”.

Intervistata da Leggo, dall’alto della sua esperienza non ha avuto difficoltà ad ammettere quanto la televisione sia cambiata rispetto ai tempi in cui lei stessa si faceva apprezzare con “Quelli della notte”, “Buonasera Raffaella” e “Fantastico”. Solo poco tempo fa aveva ammesso che in quegli anni la tv puntava al gradimento, oggi è focalizzata sugli ascolti: per questo motivo è eccessivamente dipendente dai reality e dai talent show.

Proprio su questi ultimi, Marisa Laurito ha voluto dire la sua. “Per anni mi hanno contattata per partecipare a diversi reality, ma non ho mai accettato. L’unica trasmissione cui ho detto sì è stata Ballando con le stelle, perché c’era da cimentarsi nelle danze“. Non è quindi un mistero che per una come lei, che ha fatto un certo tipo di televisione, l’attuale mondo dello spettacolo e soprattutto il mondo dei social, rappresentano un qualcosa in cui difficilmente riesce a identificarsi.

Altrettanto arduo è anche capire come si possa fare fortuna con le foto sui profili, arrivando addirittura a costruirci sopra una carriera. “Non capisco questo modo di diventare famosi senza saper fare niente. Le foto? Una mania diseducativa. Non amo la volgarità ma neanche la mancanza di classe e di privacy. Anche in casi di gravi lutti”.

Da qui non arriva nemmeno a sopportare la televisione falsa e ipocrita che svende il dolore al solo fine di fare audience. “Se vedo un conduttore che piange con la persona che ha perduto il figlio e dice alla camera di stringere il primo piano la ritengo una grande porcata, perché si tratta di un dolore finto. Questo genere di tv mi fa venire l’angoscia. La gente si avvilisce a guardarla”. In altre parole la televisione di oggi ha tutto un altro stile, dove i conduttori si sono ridotti al trash e i programmi offerti altro non sono che reality. Da qui preferisce di gran lunga la radio, anche perché come da lei stessa riconosciuto, “è meravigliosa perché non mi devo truccare“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Marisa Laurito è un’attrice e conduttrice molto simpatica, una napoletana verace che per anni ha fatto un certo tipo di televisione. Per molti sarà semplicemente un dinosauro del piccolo schermo, eppure penso proprio che abbia ragione quando dica che non se ne può più della televisione di oggi, inflazionata da reality, talent show, e dove il sensazionalismo è utile solo per far aumentare gli ascolti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!