Iscriviti

GFVIP, Enrico Silvestrin scoppia a piangere per l’accuse di omofobia: "Preferivo essere squalificato"

Enrico Silvestrin non ha digerito le feroci accuse rivoltegli per una frase detta durante una direct pubblica con un suo amico, durante la puntata ha rilasciato un duro sfogo.

Televisione
Pubblicato il 2 ottobre 2018, alle ore 09:46

Mi piace
9
0
GFVIP, Enrico Silvestrin scoppia a piangere per l’accuse di omofobia: "Preferivo essere squalificato"

L’omofobia al GFVIP pare oramai divenuta un’arma di distrazione di massa per pilotare l’audience. Alfonso Signorini ha giustamente messo in rilievo il fatto che le presunte frasi omofobe di Silvestrin erano state dette prima prima di entrare nella Casa: Enrico aveva usato scioccamente la parola incriminata all’interno di una discorso frivolo con un amico. 

Il pubblico ha percepito la leggerezza della situazione e il televoto ha premiato il conduttore radiofonico: a lasciare la Casa più spiata d’Italia è stata Lisa Fusco, la stessa che aveva scatenato la bagarre ed aveva accusato il vj di essere un omofobo

Enrico Silvestrin in lacrime

L’attore non è riuscito a trattenere le lacrime: “Ho trovato brutto l’accanimento. Mi dispiace per la mia famiglia. Non sono un omofobo. Mi dispiace che molti omosessuali abbiano dato dell’omofobo a me, invece di combattere l’omofobia altrove. Ho chiesto scusa. Ora devo raccogliere tutto col cucchiaino”.

Enrico ha aggiunto che preferiva essere squalificato, che subire quel processo sommario in contumacia: Ilary Blasi gli ha spiegato che il pubblico ha compreso perfettamente il suo errore, che tipologia di persona è, la vacuità dell’evento. Il vj, visibilmente scosso, ha sottolineato, ugualmente, di aver paura di aver deluso la sua famiglia, suo figlio, di esser preda di una profonda mortificazione.

La difesa di Alfonso Signorini

Ivan Cattaneo, partito in tromba con la sua paternale, è stato immediatamente bloccato da Signorini: “Parli proprio tu che hai detto che una donna violentata è desiderata?! Taci”. L’opinionista ha difeso ad ogni costo Silvestrin per la battuta idiota sui cani con la pettorina rosa da ricc***ni e massacrato Lisa Fusco, rea di aver spedito sua sorella a “Pomeriggio Cinque” da Barbara d’Urso

La conduttrice Ilary Blasi, cercando di innalzare il morale di Silvestrin, di strappargli un sorriso, è caduta in un esilarante svarione : “Quando ci siamo incontrati, mi DISSI che eri preoccupato.” Una frase destinata alla storia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - La frase stupidina, inserita in un discorso con un amico, non aveva alcun connotato omofobo, una battuta neppure così divertente fatta venire alla luce per ben altre finalità: l'audience. Trovo deprecabile e dannosa questa strumentalizzazione. Dopo Predolin occorreva reiterare lo stesso modello? Viene il sospetto che si voglia dar vita ad una copia dello scorso GFVIP.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!