Iscriviti

GF, Simone Coccia vuol far uscire due concorrenti: "Filippo e Danilo devono essere squalificati, uscire con il burqa"

Simone Coccia, ieri notte, mentre era a tavola con la Bramieri, Alberto e Veronica si è lasciato andare ad una lunga confessione affermando che Filippo e Danilo devono essere squalificati per le loro frasi sessiste.

Televisione
Pubblicato il 18 maggio 2018, alle ore 16:41

Mi piace
11
0
GF, Simone Coccia vuol far uscire due concorrenti: "Filippo e Danilo devono essere squalificati, uscire con il burqa"

Ieri notte Simone Coccia, mentre era a tavola con la Bramieri, Alberto e Veronica, ha confessato con livore che vuol far squalificare FilippoDanilo per le loro frasi sessiste: “Io li sputtano tutti. Questi dicono cose sessiste, cose schifose” sostenendo che quello che ha scritto Favoloso sulla maglietta era una cosa in generale, rivolta a tutte le donne. “Ma l’altro che ha detto della prova del sesso. E Filippo la frase contro Aida ‘a Roma le donne come te le bruciano’? Oltre che sessista è anche contro i romani, perché a Roma non bruciano nessuno” ha continuato sentenziando che, nella puntata di martedì del Grande Fratello, vomiterà tutta la verità, li farà vergognare davanti a tutta Italia.

“Devono essere squalificati devono uscire con il burqa. Io non ho detto questo per fare la spia o per farmi vedere, ma perché sono cose allucinanti” ha affermato il fidanzato della senatrice Stefania Pezzopane.

I video dei confessionali non vanno in onda, ma, stando a quanto riferito da Simone a Lucia, Danilo avrebbe affermato che, se si ubriaca, è capace di “infilarsi la Bramieri”. Lucia è andata su tuttte le furie e in lacrime ha sostenuto che non è la prima volta che dice cose del genere, che lei non ha né un marito né un fratello a proteggerla, deve difendersi da sola. Danilo ha inveito contro Simone, reo di essere una spia. 

“Sei un cafone” ha detto Simone a Danilo mentre la Bramieri sentenziava che d’ora in poi deve nominarla solo durante le nomination. Filippo ha preso le difese di Danilo osservando che eravamo tutti maschi in confessionale, come in una sorta di spogliatoio, che il perbenismo andava lasciato fuori, il romano passerà per lo stronzo di turno, anche se non è un maschilista, un maleducato e sessista e non ha mai mancato di rispetto a Lucia, era solo una battuta.

“Ma poi parli tu che non avevi ancora guardato negli occhi Lucia e le hai scritto ‘dove ti piace mordere?’ e poi accusi di sessismo Danilo?! Hai una donna a casa e scrivi ad altre ‘Dove ti piace mordere…’” ha concluso Filippo iracondo. 

Aida probabilmente non aveva tutti i torti, l’ondivago Simone, occorre ricordare, che si era schierato dalla parte di Favoloso prima dell’eliminazione dell’iberica: uno, nessuno centomila.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - Simone si dirige ove titra il vento, dietro quel suo modo di comportarsi talvolta infantile, si nasconde un soggetto capace di giocare bene le sue carte: riporta ciò che occorre riportare e la sceneggiata nata per le sue parole è l'emblema di un atteggiamento volto a conquistarsi i favori del pubblico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!