Iscriviti

"Fabrizio De André – Principe Libero", il film in onda su Rai 1

Il 13 e il 14 febbraio va in onda su Rai1 il film "Fabrizio De André - Principe Libero". La moglie del cantautore Dori Ghezzi, insieme ai protagonisti della pellicola ricordano una delle più importanti e poetiche figure della musica italiana.

Televisione
Pubblicato il 14 febbraio 2018, alle ore 10:05

Mi piace
15
0
"Fabrizio De André – Principe Libero", il film in onda su Rai 1
Pubblicità

Principe Libero, film sapientemente strutturato sulla vita di De Andrè, è stato proiettato il 23 e 24 gennaio 2018 al cinema per pochi spettacoli e solo in alcune città, ma ha fatto il tutto esaurito in sale, pare, anagraficamente eterogenee. Uno spettacolo cinematografico che la Rai ha concesso come omaggio alla città natale di Faber ma anche per concludere in modo particolare il ciclo di incontri e lezioni sui cantautori genovesi organizzati dalle scuole della Liguria nell’ambito del progetto regionale “Cantautori nelle scuole”.

13 e 14 febbraio è il momento della messa in onda televisiva, quella più popolare benchè divisa in due puntate: la prima parte, misteriosa ed evocativa, è quella dei primi trent’anni di vita di De André che dimostra la curiosità speciale di Fabrizio fin dall’adolescenza, il suo ardore di vita; la seconda, più intima e delicata, è quella degli anni settanta, e dell’incontro con Dori Ghezzi che lo porterà a confrontarsi con le proprie paure e ad abbracciare la libertà dell’amore, in un senso nuovo. 

Il film di oltre tre ore diretto da Luca Facchini e con un interprete davvero eccezionale, l’attore romano Luca Marinelli, racconta in maniera ineccepibile le dinamiche che hanno trasformato l’uomo in mito, il cantautore in icona.

Un crescendo artistico indimenticabile nei primi vent’anni , la continua ricerca di profondità costante poi, come esempio di onestà e valore poetico indiscutibile propria del soggetto protagonista del racconto.

Luca Marinelli, accetta con coraggio di interpretare un ruolo così complesso, sottoponendosi al rischio di critiche feroci e invece è stato come investito magicamente dal ruolo. Supportato da un cast altrettanto eccezonale, Luca non scimmiotta Fabrizio e si lascia andare con grande intensità. Forse in questo sta la sua bravura, arricchitta da una sceneggiatura giusta e dagli abiti originali che aiutano a ricordare alla perfezione quell’uomo curvo e accartocciato sulla chitarra che tanti ha fatto e fa ancora sognare.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - L' alto livello artistico del suo canzoniere ha portato a dedicargli, dopo la sua morte, vie, piazze, parchi, biblioteche e scuole. Ora anche un film. Un film per la tv forse perché lui così avrebbe voluto. Una cosa a cui possono accedere tutti senza pagare il biglietto ma ,forse, l'emozione di pagare un biglietto,magari con anticipo, come per un concerto avrebbe aumentato l'emozione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!