Iscriviti

Che Dio ci aiuti 5: il mistero del set fantasma e la rabbia del sindaco di Fabriano

In questa settimana è successo un retroscena inaspettato riguardante la troupe della serie televisiva "Che Dio ci aiuti", che lunedì 25 giugno doveva trasferirsi a Fabriano, in provincia di Ancona.

Televisione
Pubblicato il 28 giugno 2018, alle ore 19:21

Mi piace
5
0
Che Dio ci aiuti 5: il mistero del set fantasma e la rabbia del sindaco di Fabriano

Lunedì 25 giugno è successo un retroscena sorprendente che ha visto protagonista la troupe della serie televisiva Che Dio ci aiuti, le cui riprese sono iniziate nel mese di marzo. A partire dal mese di luglio la serie tv Che Dio ci aiuti doveva spostarsi nella città di Fabriano, ma ci sono stati dei cambiamenti in quanto la troupe non si è presentata il 25 giugno per iniziare a prepare gli allestimenti. 

Sono state cancellate le prenotazioni alberghiere e questo comportamento ha provocato la rabbia del sindaco di Fabriano, adirato per non essere stato avvisato dei cambiamenti. Per molti anni la città di Fabriano ha rappresentato un punto di riferimento per la serie Che Dio ci aiuti, anni caratterizzati dal grande successo televisivo.

Le parole del sindaco di Fabriano

Sui social il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, ha spiegato che l’Amministrazione non ha ricevuto comunicati riguardo alla rinuncia e per questo motivo sono state avviate le attività concordate per le riprese concentrate in Piazza Del Comune e nel Palazzo del Podestà

La troupe di Che Dio ci aiuti continua a rimanere nella città di Roma, ma il sindaco di Fabriano su Facebook ha sottolineato l’assenza assoluta di professionità. Santarelli ha continuato dicendo che si sta valutando in che modo tutelare l’Amministrazione che da molti mesi si sta impegnando per la messa in onda della serie televisiva di Rai 1.

L’idea della troupe di Che Dio ci aiuti potrebbe essere quella di spostare la location in Umbria, che ha fatto da sfondo alla serie televisiva Don Matteo: entrambe le serie tv sono prodotte dalla Lux Vide. Dunque potrebbe essere scelta Spello come possibile luogo del convento della protagonista Suor Angela, interpretata dall’attrice Elena Sofia Ricci: la serie dovrebbe tornare su Rai Uno nei primi mesi del 2019, come riferito sulla pagina Facebook della serie televisiva.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - La città di Fabriano è stata importante e fondamentale nel successo della serie televisiva "Che Dio ci aiuti" che da cinque anni riesce sempre ad incuriosire milioni di telespettatori, attraverso la bravura degli attori e la bellezza della città guidata dal sindaco Santarelli, rimasto deluso dal comportamento della troupe della fiction.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!