Iscriviti

WhatsApp tornerà ad essere a pagamento? Assolutamente no, si tratta dell’ennesima bufala

In questi giorni starebbe circolando un particolare messaggio, su WhatsApp, nel quale si vocifera un presunto ritorno ad un pagamento annuale per l'uso dell'applicazione. Si tratta, ovviamente, dell'ennesima bufala.

Software e App
Pubblicato il 2 settembre 2018, alle ore 13:06

Mi piace
2
0
WhatsApp tornerà ad essere a pagamento? Assolutamente no, si tratta dell’ennesima bufala

Ad oggi, WhatsApp è di certo l’applicazione più conosciuta tra tutte quelle che operano nel suo campo (ossia quello dell’instant messaging). Vari sono i motivi che hanno portato tale servizio ad ottenere questo riconoscimento: in primo luogo possiamo considerare la pubblicazione dell’app in tempi favorevoli, quando la concorrenza non era così agguerrita. Un’altra motivazione può essere legata, ad esempio, alla gratuità del servizio offerto.

Gli utenti più giovani di WhatsApp non sapranno, però, che tale applicazione non è sempre stata gratuita. In linea generale, prima dell’acquisizione di tale servizio da parte di Facebook, era richiesto agli utenti un contributo annuale pari a 0,89 euro (il quale era scontato nel caso in cui si decidesse di procedere all’acquisto di più anni di abbonamento simultaneamente). Al giorno d’oggi, come è noto, non è necessario versare alcun contributo per usufruire del servizio, ma un messaggio circolante su Whatsapp sosterrebbe il contrario.

Stando alle ultime informazioni emerse nel corso degli ultimi giorni, sul noto servizio di messaggistica istantanea starebbe circolando un messaggio nel quale si vocifera un presunto ritorno ad un servizio a pagamento. Come se non bastasse, lo stesso messaggio indicherebbe anche un rincaro rispetto alla precedente tariffa annuale, il cui costo dovrebbe arrivare fino a 2 euro per anno. 

Non sono emerse particolari ulteriori informazioni dal contenuto del messaggio come, per esempio, la data da cui sarà necessario pagare questa fantomatica cifra, o altro ancora. Resta il fatto che, al netto delle cose, si tratta dell’ennesima bufala senza fondamento. Con ogni probabilità, qualche utente ‘burlone’ avrà ben pensato di realizzare un messaggio ad hoc e di condividerlo all’interno della piattaforma.

Stando a quanto emerso in via ufficiale dagli addetti ai lavori, infatti, l’applicazione resterà gratuita per molto tempo (forse per sempre) senza chiedere, quindi, alcun costo all’utente. La situazione, invece, resta differente per quanto riguarda gli utenti business, per i quali l’applicazione prevede alcuni servizi a sovrapprezzo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - Quanto contenuto nel corpo del fantomatico messaggio è, a tutti gli effetti, l'ennesima bufala. All'interno di WhatsApp, non a caso, non mancano le catene di Sant'Antonio volte ad ottenere i risultati più disparati. Il mio consiglio, nel caso in cui vi imbattiate in un messaggio 'dubbio', è di fare una semplice ricerca su Google per verificare se le maggiori testate giornalistiche confermino o meno il contenuto del messaggio stesso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!