Iscriviti

WhatsApp: attenzione al bug cancella messaggi ed alla revisione della funzione "revoca"

WhatsApp è ormai centrale nell'esperienza di ogni utente avvezzo alle comunicazioni digitali e non stupisce, quindi, che abbiano sollevato diverse polemiche le ultime due novità emerse in seno al celebre applicativo del gruppo Facebook.

Software e App
Pubblicato il 16 ottobre 2018, alle ore 13:02

Mi piace
5
0
WhatsApp: attenzione al bug cancella messaggi ed alla revisione della funzione "revoca"

Gli amanti di WhatsApp avranno notato come, in alcune fasi di calma piatta a proposito del celebre messenger in verde, tendano ad emergere notizie per ingannare il tempo, quali sono quelle che spiegano come leggere messaggi senza farsi notare, o come scoprire i tradimenti del partner. Per fortuna, o meno (dipende dai punti di vista), WhatsApp è tornata a far parlare di sé anche per questioni di sostanza: scopriamo quali.

Nel corso dell’estate, i programmatori del gruppo XDA-Developers segnalarono, attraverso una discussione sul loro forum ufficiale, un problema le cui prime avvisaglie risalivano addirittura alla primavera scorsa: si trattava della spiacevole tendenza dell’app a eliminare le discussioni molto vecchie.

Ebbene, i leaker di @WABetaInfo hanno riferito, attualmente, che il problema – probabilmente dovuto a un bug – è tornato a ripetersi, concentrandosi nella versione androidiana della piattaforma: a quanto pare sparirebbero conversazioni più vecchie di 3 anni, e non sarebbe possibile recuperarle chiedendo l’invio in mail di una copia delle chat. L’unica soluzione, oltre a quella di rivolgersi all’assistenza dell’app (all’indirizzo whatsapp.com/contact/?subject=messenger), sarebbe di ripristinare un eventuale backup dello stesso periodo, scelta – questa – che però porterebbe a perdere le conversazioni scambiate di recente.

In attesa che Menlo Park rilasci un correttivo per questo inconveniente, fastidioso per coloro che devono recuperare preziose informazioni di lavoro scambiate in passato, sempre i leaker di WABetaInfo hanno fatto un’altra importantissima scoperta, analizzando l’ultima beta di WhatsApp in loro possesso.

In pratica, è emerso che WhatsApp avrebbe cambiato il sistema di cancellazione dei messaggi inviati, ma non ancora letti, introdotto un annetto fa dopo una lunga “gestazione”. Sia chiaro: rimane sempre la possibilità di cancellare per tutti il messaggio già inviato qualora la richiesta di rimozione venga spedita entro 1 ora 8 minuti e 16 secondi ma, qualora il destinatario (magari per irraggiungibilità del segnale, batteria scarica, o altro) non acceda al suo account whatsuppiano entro 13 ore 8 minuti e 16 secondi (il nuovo “Recipient limit”), il messaggio potrà essere di nuovo letto, rendendo – di fatto – nulla la domanda di cancellazione del medesimo.

Secondo gli esperti spifferologi, la novità in questione sarebbe stata adottata come contromisura nei riguardi di coloro che, usando versioni modificate di WhatsApp, potevano cancellare i vecchi messaggi anche andando dietro di intere settimane, se non mesi ed anni

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Credo che il bug citato a proposito di WhatsApp possa esser di rilievo solo in ambito lavorativo, e neanche per tutti: chi è colui che, sapendo di avere informazioni importanti in chat ve le lascia per almeno un trienno a stagionare senza farne copia off-line o su una memoria esterna? Meglio non porsi certe domande... A parte questo, posso capire le ragioni di WhatsApp ma, in ogni caso, la modifica del Recipient Limit mi sembra azzardata e assai controproducente per la privacy delle persone: speriamo, dunque, che dalla beta non si passi ai fatti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!