Iscriviti

Snapchat: addio ad una funzione molto apprezzata, ma braccia aperte al Bitmoji di Harry Potter ed alle Lens vocali

Snapchat, l'app dei messaggini effimeri, continua a cavalcare la moda dei filtri AR, introducendone uno per Harry Potter e supportando le Lens ad attivazione vocale: per fine Agosto, prepara un doloroso addio ad una funzione che ha avuto molto successo.

Software e App
Pubblicato il 1 agosto 2018, alle ore 18:43

Mi piace
7
0
Snapchat: addio ad una funzione molto apprezzata, ma braccia aperte al Bitmoji di Harry Potter ed alle Lens vocali

Snapchat, la popolare app nata nel 2011 per volontà di alcuni studenti di Stanford (tra cui il celebre Evan Spiegel) con la passione per i messaggini usa&getta, non attraversa una fase facile: dopo gli utili in calo nel 4° quadrimestre del 2017, anche lo scorso trimestre i ricavi hanno deluso gli investitori e, quindi, è il momento di tagliare i rami (potenzialmente) secchi, come il sistema di pagamenti peer to peer Snapcash e, ovviamente, di lanciare qualche nuovo filtro.

La prima novità riguarda il sistema di pagamenti p2p “Snapcash”, ideato nel 2014 grazie alla collaborazione di Square, specializzata in pagamenti in mobilità: il sistema, che consentiva agli utenti snapchattiani di scambiarsi piccole somme di danaro, ha avuto un discreto successo negli USA ma, col tempo, si è guadagnata una cattiva fama, posto che è stato spesso usato per pagare la ricezione di contenuti hot (pubblicizzati, però, su Twitter).

Per tale motivo, ma anche a causa della forte concorrenza (WhatsApp ha ideato un sistema analogo a partire dall’India, Facebook ha creato TransferWise, Apple ha varato Pay Cash, e Google ha distribuito il Pay-Linked in Assistant), si è deciso di non gravare i propri conti di una realtà destinata a rendere sempre meno, chiudendola entro il 30 Agosto prossimo. L’indiscrezione, diffusasi grazie ad un’analisi dell’app Android effettuata da TechCrunch, è stata confermata da fonti interne a Snap Inc con una sorta di commiato.

Nella più recente versione di Snapchat per Android e iOS, intanto, è sbarcata un’iniziativa per festeggiare il compleanno di Harry Potter, ricorrente il 31 Luglio, consistente in un filtro ad hoc per la piattaforma interna Bitmoji (allestita da Bitstrips, acquistata nel 2016 per 100 milioni di dollari onde tamponare l’acquisizione facebookiana dell’analoga Msqrd).

Col nuovo filtro già disponibile nel relativo carosello, l’utente potrà cartonizzarsi in un partecipante ad un torneo di Quidditch, volando su una scopa fatata all’inseguimento del boccin d’oro, personalizzando la propria silhouette a seconda della casata d’appartenenza.

Inoltre, sempre in tema di filtri AR, ma questa volta rientranti nella fattispecie delle Lens, Snapchat ha annunciato il rilascio di alcune “lenti” (es. Love, Wow, e Hi) che, posizionate tramite un segnaposto su una foto, al pronunciare di un determinato comando vocale (es. Ok), danno seguito ad una particolare routine (la comparsa della zampetta di un gatto che segnala, col pollice alla Fonzie, che tutto va bene). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Snapchat, a mio avviso, è stata troppo precipitosa nel chiudere il suo sistema di micropagamenti: è vero che sempre più realtà stanno introducendo i pagamenti P2P (es. Viber del gruppo Rakuten), ma è anche vero che - attualmente - nessuna di esse ha ancora il predominio. Volenti o nolenti, per certe cose occorre ancora affidarsi all'app di PayPal. A volte, quando i conti gridano vendetta, non sempre tagliare le spese è la soluzione migliore (ma, solo, quella più rapida). Voltando pagina, l'iniziativa del filtro Bitmoji in stile Harry Potter e quella delle Lens vocali avranno senz'altro successo, essendo pienamente in tema col core business - creativo - dell'app.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!