Iscriviti

Office 2019: Microsoft annuncia il nuovo pacchetto per la produttività

Nel corso di un importante evento negli Stati Uniti, Microsoft ha annunciato la nuova versione dei suoi programmi per la produttività, inclusi nel pacchetto Office 2019 destinato sia ai sistemi Windows che ai Mac.

Software e App
Pubblicato il 25 settembre 2018, alle ore 09:35

Mi piace
7
0
Office 2019: Microsoft annuncia il nuovo pacchetto per la produttività

Nel corso dell’evento Ignite 2018 in svolgimento negli USA, ad Orlando, Microsoft ha annunciato la nuova versione di Office per computer e Mac: Office 2019 sarà inclusivo di diverse applicazioni per la produttività sia domestica che di ufficio, sostanziate nelle ultime versioni di Word, Excel, Access, PowerPoint, Publisher, Outlook, Project, e Visio.

Il nuovo Office 2019 sarà rivolto a quegli utenti che, rispetto ai destinatari di Office 365 ProPlus, non dispongono di una connessione sempre attiva e, quindi, potranno usare i programmi poc’anzi citati in versione off-line, senza avvalersi del cloud, rinunciando però a successive aggiunte di funzionalità. Caratteristiche comuni del nuovo pacchetto software Office 2019 sono il supporto a Windows Ink, per l’uso del pennino, su tutte le applicazioni incluse, l’assistenza a lungo termine (LTSC, o Windows Long Term Servicing Channel), ed il tool “Click-to-Run (C2R)” che permette di installare l’ultima versione aggiornata di Office, in modo centralizzato, su diverse macchine con un solo click. 

Outlook, il programma per la posta elettronica, senza bisogno del plug-in Outlook Social Connector, includerà nella rubrica i contatti presenti in Linkedin, in modo da avere informazioni su chi partecipa (secondo il calendario) a riunioni o meeting, e sì da agevolare la cooperazione tra colleghi nella reazione di documenti in PowerPoint, Word, ed Excel. Oltre a ciò, segnalerà come evidenziata la posta in arrivo. 

PowerPoint, usato per le presentazioni, consentirà di esportare i video in 4K, supporterà i modelli SVG e 3D, le opzioni zoom e morph, e le cosiddette sequenze “in-click”, mentre Word, il noto editor di testo, con migliorati strumenti di accessibilità, gestirà la lettura ad alta voce, perfezionerà la spaziatura, e disporrà di un nuovo traduttore. Excel, invece, arricchirà gli strumenti per l’analisi dei dati tramite formule, per la rappresentazione dei medesimi tramite grafici, e per la loro interrogazione con i PowerPivot.

Sempre in Excel, inoltre, giungono 3 importanti innovazioni, tra cui gli array dinamici, che semplificano l’uso delle formule, le ideas, che consentono di ricavare automaticamente delle informazioni su alcune sequenze o set di dati (es. il trend, i valori anomali), e l’inserimento dati da un’immagine, che trasforma in tabella digitale i dati acquisiti via smartphone dalla fotografia di una tabella cartacea. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Alcune delle novità incluse in Office 2019 non mi dispiacerebbe proprio poterle utilizzare: chi usa un clien di posta off-line per gestire le comunicazioni con i colleghi apprezzerà l'integrazione con Linkedin, ma anche Excel avrà da dire la sua con strumenti base semplificati e novità all'insegna dell'intelligenza artificiale. PowerPoint, curiosamente, diventa sempre più un editor multimediale di stampo professionale: speriamo che ciò non lo porti a complicarsi troppo per l'utenza comune.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!