Iscriviti

Microsoft ed Office 365: l’azienda rimuove un piccolo, ma ‘pesante’, limite legato alle installazioni

Dal 2 Ottobre, Microsoft non applicherà più un limite massimo alle installazioni possibili. Rimangono, comunque, ulteriori limiti da tenere in considerazione.

Software e App
Pubblicato il 31 agosto 2018, alle ore 18:51

Mi piace
2
0
Microsoft ed Office 365: l’azienda rimuove un piccolo, ma ‘pesante’, limite legato alle installazioni

Uno dei prodotti software più importanti sviluppati da Microsoft è, di certo, la suite di applicativi Office. I programmi in essa contenuti, non a caso, sono presenti nella stragrande maggioranza degli uffici di tutto il mondo grazie, in primo luogo, alla semplicità di utilizzo degli stessi, migliorata di molto nel corso delle ultime versioni. Una licenza di Office, al giorno d’oggi, non è molto economica e, per questo motivo, tempo fa fu proposto l’abbonamento Office 365.

Tale abbonamento prevede, pagando una quota mensile o annuale ridotta (rispetto al costo di una licenza a vita), di poter usufruire dei vantaggi legati alla suite di Office oltre ad altre aggiunte più o meno rilevanti (come lo spazio di archiviazione online gratuito operato dal servizio OneDrive). A partire dal 2 Ottobre ci sarà una piccola ‘rivoluzione’ che riguarda proprio i pacchetti Office 365: vediamo meglio di cosa si tratta.

Fino ad oggi, tutti coloro che completavano un contratto di abbonamento di Office 365 potevano installare la suite su un limitato numero di dispositivi: due per la versione ‘Personal’ e dieci per la versione ‘Home’. Tale limite è abbastanza stringente, specie se si considerano quelle persone che, per diverse esigenze, necessitano di spostarsi da una postazione ad un’altra. Ebbene, sembra che Microsoft abbia deciso di rimuovere tale limite consentendo, quindi, di installare il pacchetto Office su un numero illimitato di macchine.

Ci sono, però, alcuni ulteriori aspetti da tenere in considerazione. In primo luogo, sono posti delle limitazioni legate al numero di dispositivi che possono usare uno stesso account contemporaneamente: in entrambi gli abbonamenti, ciascun utente potrà avviare cinque istanze di Office contemporaneamente. Con tale limite, che vale sia per il pacchetto Personal che per quello Home, se un utente decidesse di avviare una sesta istanza dovrà, senza altre soluzioni, disabilitarne una a scelta.

Da notare, inoltre, che il pacchetto ‘Office 365 Home‘ ora ammette un massimo di sei utenti, invece dei canonici cinque. Per il resto, non ci sono ulteriori variazioni riguardo al prezzo (sempre di 69 euro all’anno per il pacchetto ‘Personal‘ e 99 euro all’anno per quello ‘Home‘) e ai contenuti inclusi nell’abbonamento acquistato dall’utente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - La rimozione del limite di installazioni da parte di Microsoft potrebbe essere una buona notizia per una fetta di clienti. Personalmente, non ho mai sentito il bisogno di avere delle installazioni aggiuntive per il mio abbonamento e, per questo motivo, posso solo presupporre che si tratti di un buon passo in avanti. Resta da vedere quali saranno i successivi passi dell'azienda di Redmond volti, in primo luogo, a migliorare la produttività offerta dalla suite.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!