Iscriviti

Huawei regala fino a 127.000 euro a chi scopre importanti bug di sicurezza, ma solo in Cina

È quanto emerso recentemente: sembra che Huawei abbia deciso di lanciare un particolare "concorso a premi" volto a ricompensare tutti coloro che contribuiranno a migliorare la sicurezza degli smartphone e, in generale, di tutti i dispositivi elettronici.

Software e App
Pubblicato il 4 dicembre 2018, alle ore 19:28

Mi piace
1
0
Huawei regala fino a 127.000 euro a chi scopre importanti bug di sicurezza, ma solo in Cina

Nella società di oggi, la sicurezza nei dispositivi mobili assume un’importanza di livello fondamentale. Per mezzo degli smartphone e, in generale, di ogni dispositivo elettronico, transita un numero enorme di informazioni che, se non debitamente protette, rischiano di finire nella disponibilità di persone non autorizzate (con tutte le possibili conseguenze del caso). Per fare un semplice esempio, la stragrande maggioranza degli utenti di uno smartphone possiede almeno un account di un social network, e il trasferimento di informazioni verso questo servizio deve avvenire in totale sicurezza.

Ad oggi è necessario adottare pochi accorgimenti per vivere un’era digitale più sicura. È importante, per fare alcuni esempi, installare le patch di sicurezza più recenti distribuite dal produttore del proprio smartphone (ossia è fondamentale avere sempre la versione più recente del software) ed evitare di installare applicazioni da fonti sconosciute, esterne dai principali canali ad esse dedicati (come il Google Play Store).

Tuttavia, come è facile da prevedere, il mondo digitale non è mai un luogo asettico senza alcun rischio per l’utente. Bug e falle di sicurezza, non a caso, vengono scoperte anche al giorno d’oggi e queste, se non debitamente protette, rischiano di mettere in serio pericolo i dati personali di ciascun utente. Al fine di tutelare maggiormente la collettività, Huawei avrebbe deciso di lanciare un corposo “concorso a premi”.

In poche parole, questa speciale iniziativa è volta a premiare tutti coloro che lavoreranno per rendere più sicuro il mondo digitale a cui siamo abituati. A seconda delle varie vulnerabilità scovate, Huawei avrebbe pensato di offrire corposi premi in denaro (fino ad un massimo di 127.000 euro). Il programma, lanciato in collaborazione con 360 Security, includerebbe anche tutte quelle “micro-anomalie” che non riguardano direttamente il software ma che, anche solo a livello concettuale, potrebbero rappresentare un pericolo per la privacy dell’utente.

Almeno per il momento, tale programma pare essere accessibile esclusivamente in Oriente. Niente da fare, almeno per il momento, per noi utenti occidentali, ma resta ancora viva, per lo meno, la speranza che tale programma sia esteso anche al resto del mondo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - Il concorso a premi di Huawei, volto ad incentivare la rilevazione e segnalazione di ogni possibile falla di sicurezza, pare essere un'ottima iniziativa al fine di proteggere la privacy degli utenti. Peccato che, almeno per il momento, non sia possibile per noi occidentali contribuire in alcun modo. Resta da vedere, quindi, se tale programma sarà esteso, o se sarà riservato al solo territorio cinese.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!