Iscriviti

Con Android 9 Pie non sarà possibile registrare le chiamate senza i permessi di root

Android 9.0 Pie blocca definitivamente la possibilità di registrare le chiamate telefoniche senza avere i permessi di root. Questo potrebbe causare del malcontento tra coloro che ne hanno necessità per lavoro.

Software e App
Pubblicato il 15 agosto 2018, alle ore 19:42

Mi piace
4
0
Con Android 9 Pie non sarà possibile registrare le chiamate senza i permessi di root

Come è stato già annunciato qualche giorno fa, è finalmente arrivata la versione ufficiale di Android 9 Pie. Come ogni aggiornamento, ci sono dei notevoli progressi in alcuni ambiti e contemporaneamente si fanno dei passi indietro in altri. Anche con l’ultima versione di Android, non si fa eccezione. 

Infatti, se da un lato è possibile apprezzare numerose novità, come ad esempio una gestione facilitata dell’interfaccia e una migliore gestione della Ram, il rovescio della medaglia è che senza i permessi di root non sarà possibile registrare le chiamate. Nello specifico, è proprio Android Pie a bloccare questa particolare funzionalità, che può tornare utile soprattutto in ambito professionale.

Le app di terze parti per registrare le chiamate non funzionano con Android Pie

Qualcuno avrà pensato di poter utilizzare le applicazioni di terze parti per ovviare al problema, ma non è così. Gli sviluppatori di una delle app più famose in questo ambito, come Call Recorder, confermano che Google ha eliminato ogni possibilità di registrare le conversazioni telefoniche senza metodi che necessitano dei permessi di root.

Non è la prima volta che Google fa una cosa simile, anche con versioni di Android più vecchie, basti pensare che, sulla versione Marshmallow, è stato bloccato l’API ufficiale lasciando comunque la possibilità a terzi di sviluppare applicazioni apposite.

Nei vari paesi del mondo le norme che regolano la registrazione delle conversazioni variano da paese a paese. In alcuni sono consentite, in altri sono altrettanto legali a patto che l’utente sia avvisato da un disco che la chiamata è registrata, mentre in altri è proprio vietato. Quello che crea un dubbio è il fatto che nonostante ci siano queste differenze tra i paesi, Google abbia deciso di stroncare da subito la possibilità di registrare le conversazioni, senza dare alcuna spiegazione in merito. Vedremo se ciò causerà una riduzione di utenti che utilizzeranno Android 9.0.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Il primo passo falso è stato fatto. Spesso, soprattutto chi lavora su commissione, ha una necessità vitale di registrare le chiamate, in modo da poter risentire le richieste che i clienti fanno. Sicuramente, chi avrà bisogno di questa funzione farà di tutto per non aggiornare all'ultima versione del sistema operativo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!