Iscriviti

Un test del sangue sarà capace di preannunciare l’insorgenza di 10 tipi di tumore

Un esame del sangue sarà in grado di individuare la presenza dei geni di ben 10 tumori differenti. Questo permetterà di sapere con largo anticipo se si sarà soggetti alla proliferazione di una neoplasia, che sarà a quel punto più facile da sconfiggere.

Salute
Pubblicato il 6 giugno 2018, alle ore 01:05

Mi piace
9
0
Un test del sangue sarà capace di preannunciare l’insorgenza di 10 tipi di tumore

Un normale prelievo del sangue sarà in grado di individuare la presenza di ben 10 tipologie differenti di tumore. A metterlo a punto è stato un gruppo di ricercatori del Taussing Cancer Center della Stanford University.

L’esame ematico che sarà disponibile anche in Italia nel giro di cinque anni, si basa su un principio molto semplice: ogni tumore lascia nel nostro corpo delle tracce. E il test va proprio alla ricerche dei piccoli frammenti di dna rilasciati nel sangue dalle cellule cancerogene. Scovarli significa aver tutto il tempo possibile per attivarsi al fine di sconfiggere la malattia, addirittura anche prima che questa si manifesti.

La messa a punto di questa tecnica, ritenuta il Santo Graal della ricerca sui tumori, permetterà così di salvare molte vite, andando a diventare un valido strumento di prevenzione contro le neoplasie.

Presentato a Chicago alla conferenza annuale dell’American Society of Clinical Oncologists, è ritenuto attendibile nell’ordine del 90%. Per affinarlo è stato utilizzato un campione composto da oltre 1.600 persone. All’interno di questo gruppo, 749 erano gli individui sani, mentre 878 erano coloro ai quali era stata da poco diagnosticata una forma tumorale.

Si è così potuto appurare che il test si dimostra maggiormente affidabile per quanto riguarda il carcinoma alle ovaie e al pancreas. A seguire troviamo quello al fegato e alla cistifellea, poi il linfoma e il mieloma, ed infine il cancro all’intestino, al polmone, alla testa e collo, alla prostata, allo stomaco e per ultimo all’utero.

La maggior parte dei tumori viene rilevata in una fase avanzata, ma questa “biopsia liquida” ci dà l’opportunità di trovarli mesi o anni prima che qualcuno sviluppi sintomi e venga diagnosticata”, ha commentato il dr. Eric Klein del centro di Cleveland. “Speriamo che quest’esame possa salvare tante vite”.

Non resta quindi che attendere l’arrivo sul mercato di questo test, una vera e propria arma che avrà modo di aumentare la potenza di fuoco da contrapporre ai tumori. Il prezzo dell’esame ematico dovrebbe aggirarsi intorno ai mille euro, mentre l’esito delle analisi sarà disponibile nel giro di 15 giorni dal prelievo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - I tumori fanno paura, ma la ricerca continua incessantemente a smontarne pezzo per pezzo tutti i segreti. Di un possibile test ematico se ne è parlato anche in passato, ma chiaramente più si va avanti, più gli strumenti predisposti diventano efficaci ed incisivi. C’è quindi da scommettere che fra cinque anni saranno in molti a volersi sottoporre a questo esame.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!