Iscriviti

Penna-stampante 3D combatte l’osteoartrite

Un gruppo di chirurghi australiani ha scoperto come prevenire osteoartrite con una tecnologia tridimensionale che permette di 'stampare' cellule staminali vive e in questo modo riparare i danni alle ossa, tendini e tessuto negli organi

Salute
Pubblicato il 27 maggio 2017, alle ore 18:40

Mi piace
19
0
Penna-stampante 3D combatte l’osteoartrite

L’idea della Biopen, penna-stampante 3D caricata con un inchiostro speciale composto da cellule staminali, nasce presso il St Vincent Hospital di Melbourne, nel Centre for Medical Discovery, progetto a cui hanno collaborato anche le università di Melbourne e di Wollongong. La Biopen è già stata sperimentata con successo per riparare lesioni alle giunture di pecore.

Come funziona la Biopen lo ha spiegato alla Abc, radio nazionale, Claudia Di Bella, chirurgo ortopedico, il trattamento – ha spiegato – si attua con un prelievo di cellule staminali dal paziente che sarà sottoposto all’intervento, le cellule vengono poi caricarle in cartucce speciali.

Di Bella ha aggiunto che “La penna imprime le cellule su un materiale detto hydrogel che permette loro non solo di sopravvivere ma anche di moltiplicarsi per poi creare tipi desiderati di tessuti, nel nostro caso cartilagine. L’obiettivo è di riparare certe lesioni come quelle nella cartilagine, che al momento sono impossibili da riparare“. Con questo metodo – ha affermato il chirurgo -, si vorrebbe aiutare soprattutto i giovani, in particolare gli atleti, a prevenire o possibilmente rallentare l’insorgere di osteoartrite.

La nuova tecnologia sperimentata su pecore – ha detto sempre Di Bella – si è mostrata facile e senza complicazioni, anzi la cartilagine creata con Biopen è superiore rispetto alle tecniche utilizzate normalmente sugli esseri umani.

Secondo il chirurgo questa è una svolta importante per tutti coloro, e non sono solo gli atleti, che soffrono di questi problemi. La tecnica darà sollievo dal dolore e permetterà di ritornare alle normali attività.

Come spesso accade la ricaduta è anche economica, conclude Di Bella: “In uno schema più ampio se si potrà ridurre il numero di persone che soffriranno di osteoartrite più tardi nella vita, vi saranno forti risparmi di spesa medica nella società“. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - E' bello leggere notizie che sanno mettere insieme i progressi della tecnologia e della scienza. Quando la tecnologia ha cominciato a parlare di stampante 3D, ho sempre pensato a statuette, modellini pezzi di ricambio per macchinari, magari introvabili. Questa notizia mi apre a un mondo nuovo, capace di rendere le persone più serene e felici. Mi piace.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!