Iscriviti

Nuovo codice deontologico nella sanità: stop a regali e mazzette ai medici

Il documento stilato da Assobiomedica ha come obiettivo quello di imporre la chiarezza in ambito sanitario, in particolare tra produttore di dispositivi biomedicali, funzionari Asl e dottori.

Salute
Pubblicato il 26 giugno 2018, alle ore 12:44

Mi piace
8
0
Nuovo codice deontologico nella sanità: stop a regali e mazzette ai medici

L‘associazione dell’industria di dispositivi medici, ovvero l’Assobiomedica ha stilato un nuovo codice deontologico per delineare chiarezza nei rapporti tra i produttori di dispositivi biomedicali, i funzionari Asl e i medici. Il nuovo sistema, che dovrebbe entrare in vigore nel prossimo anno, metterà fine a mazzette e regali ai medici per nuovi macchinari o protesi, alberghi a cinque stelle e vacanze mascherate da soggiorni studio.

Le nuove regole deontologiche sono state fortemente volute da Massimiliano Boggetti, nuovo presidente di Assobiomedica, che ha come scopo quello di creare “trasparenza, sobrietà e integrità nel settore”. Vietati quindi alberghi di lusso in alta stagione e in località esclusive, biglietti ferroviari e aerei di prima classe e  pagamenti di vacanze studio con accompagnatori.

Gli eventi saranno completamente gestiti da strutture sanitarie e società scientifiche che sceglieranno i professionisti, non saranno più le industrie a reclutare professionisti e medici come relatori agli incontri. Il nuovo codice deontologico ha come primo principio la “piena trasparenza“. Inoltre, per rispettare tale principio, verranno pubblicati sui siti delle imprese i trasferimenti effettuati in denaro a favore di organizzazioni sanitarie, società scientifiche e provider.

Il presidente di Assiomedica ha dichiarato al giornale la Stampa: “L’obiettivo è rendere il rapporto tra imprese e classe medica il più chiaro e trasparente possibile, in modo da superare una cultura del sospetto e consentire allo stesso tempo di non perdere i vantaggi di una preziosa collaborazione improntata ai principi di legalità”.

Massimiliano Boggetti ha inoltre previsto una commissione di controllo e un Girì che vigilierà per fare rispettare il nuovo codice deontologico. Le violazioni al codice comporteranno sanzioni e l’espulsione dall’associazione nei casi più gravi. Questo nuovo documento ha lo scopo di impedire situazioni come quelle accadute negli ospedali Pini e Galeazzi di Milano, dove venivano acquistati macchinari ed individuate infezioni inesistenti per giustificare l’uso dei dispositivi in cambio di regali e mazzette.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Sono assolutamente d'accordo con l'entrata in vigore di questo nuovo codice deontologico, sperando ovviamente che sia rispettato in pieno. Spesso, la cronaca ha evidenziato come nella sanità vengano effettuati acquisti di macchinari ed effettuate operazioni non necessarie soltanto per ricevere in cambio soldi e regali dalle grandi industrie in campo biomedico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!